laRegione
Ajax
3
Standard Liege
0
fine
(2-0)
Spartak Trnava
1
Crvena Zvezda
2
fine
(1-1 : 0-0 : 0-1)
Ajax
CHAMPIONS UEFA
3 - 0
fine
2-0
Standard Liege
2-0
1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
30'
 
 
2-0 DE LIGT MATTHIJS
34'
 
 
3-0 NERES DAVID
46'
 
 
 
 
76'
MPOKU PAUL-JOSE
30' 1-0 HUNTELAAR KLAAS-JAN
34' 2-0 DE LIGT MATTHIJS
46' 3-0 NERES DAVID
MPOKU PAUL-JOSE 76'
First leg (2-2), agg.
(5-2).
Venue: Johan Cruyff Arena.
Turf: Natural.
Capacity: 54,033.
Referee : Ivan Kruzliak (SVK).
Assistant referees : Tomas Somolani (SVK) & Branislav Hancko (SVK).
Fourth official : Filip Glova (SVK).
MATCH SUMMARY : Ajax yet to lose in 3 games v Standard: W1 D2.
Standard unbeaten in 5 European games: W1 D4.
Winners v Slavia Praha/Dynamo Kyiv in play offs.
Losers go into Europa League GROUP stage.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Spartak Trnava
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
fine
1-1
0-0
0-1
Crvena Zvezda
1-1
0-0
0-1
1-0 BAKOS MAREK
6'
 
 
 
 
7'
1-1 BEN NABOUHANE EL FARDOU
GODAL BORIS
19'
 
 
 
 
28'
BEN NABOUHANE EL FARDOU
BAKOS MAREK
35'
 
 
 
 
38'
STOJKOVIC FILIP
 
 
60'
STOJILJKOVIC NIKOLA
TOTH MARTIN
66'
 
 
 
 
72'
DEGENEK MILOS
 
 
86'
PAVKOV MILAN
SLOBODA ANTON
90'
 
 
GRENDEL ERIK
95'
 
 
 
 
98'
RADONJIC NEMANJA
 
 
98'
1-2 RADONJIC NEMANJA
HLADIK IVAN
117'
 
 
6' 1-0 BAKOS MAREK
BEN NABOUHANE EL FARDOU 1-1 7'
19' GODAL BORIS
BEN NABOUHANE EL FARDOU 28'
35' BAKOS MAREK
STOJKOVIC FILIP 38'
STOJILJKOVIC NIKOLA 60'
66' TOTH MARTIN
DEGENEK MILOS 72'
PAVKOV MILAN 86'
90' SLOBODA ANTON
95' GRENDEL ERIK
RADONJIC NEMANJA 98'
RADONJIC NEMANJA 1-2 98'
117' HLADIK IVAN
First leg (1-1).
Venue: Stadium Antona Malatinskeho.
Turf: Natural.
Capacity: 19,200.
Referee : Serdar Gozubuyuk (NED).
Assistant referees : Davie Goossens (NED) & Bas van Dongen (NED).
Fourth official : Jeroen Manschot (NED).
MATCH SUMMARY : Trnava yet to feature in a UEFA GROUP stage.
Crvena Zvezda have conceded once in last 6 UEFA away games.
Winners play Salzburg/Shkendija in play offs.
Losers meet Olimpija Ljubljana/HJK in UEL play offs.
Ultimo aggiornamento: 14.08.2018 23:18
Mendrisiotto
14.02.18 - 06:200

‘Morbio ha a cuore il verde’

Negli ultimi anni, annota il Municipio rispondendo a un'interrogazione, eliminati 41 alberi ‘dopo un’analisi oggettiva delle problematiche’

“L’amministrazione comunale ha a cuore il patrimonio verde di Morbio e lo riconosce come preziosa risorsa per un comune”. Sollecitato da un’interrogazione dei gruppi Us e Morbio Verde in merito agli alberi eliminati sul territorio comunale, il Municipio di Morbio Inferiore mette subito le cose in chiaro. Se da una parte non si nega che negli ultimi anni “si è reso necessario il taglio di alcune piante poste in luoghi particolarmente sensibili, e alcune altre dovranno ancora essere eliminate nei prossimi mesi”, dall’altra l’esecutivo guidato da Claudia Canova precisa che “le decisioni non sono mai state prese a cuor leggero. Non si agisce con leggerezza e si tiene conto del valore del verde, ma secondo un’analisi oggettiva delle problematiche che ha come fine ultimo il bene per il nostro paese”. In futuro, si sottolinea, sono in programma “nuove piantagioni. Ubicazione e specie sono individuate di volta in volta tenendo in considerazione le caratteristiche del luogo e i vincoli derivanti dalle altre strutture presenti nella zona”. In particolare, “è prevista la sostituzione puntuale delle piante recentemente tagliate in zona cimitero con la posa di alcuni cipressi e la risistemazione e valorizzazione della nuova piazza di accesso al polo scolastico con nuovi elementi di decoro urbano”.

Non ci sarà un inventario

Condividendo “sensibilità e attenzione” della squadra esterna nella “gestione accurata” del verde pubblico, il Municipio “non ritiene al momento necessario prevedere l’allestimento di un formale inventario di tutti gli alberi e arbusti esistenti, piantati ed eliminati”. Da un elenco informale emerge che negli spazi pubblici comunali sono stati censiti oltre 700 alberi e 3’500 arbusti e cespugli piantati per la maggior parte nell’ultimo ventennio. Quelli eliminati sono stati 41. A questi vanno aggiunti “alcuni arbusti secchi nell’ambito della manutenzione corrente”. L’esecutivo precisa che “la maggior parte dei tagli riguarda alberi danneggiati o che, essendo situati in luoghi non idonei, costituivano un pericolo per le persone o le strutture presenti nelle immediate vicinanze”. Nella sua gestione del verde pubblico, l’Ufficio tecnico tiene “in considerazione aspetti importanti quali la fruibilità in sicurezza degli spazi da parte degli utenti e le conseguenze negative che la vegetazione può in alcuni casi avere su strutture di proprietà del Comune o di privati confinanti”. Nelle sue analisi, l’Ufficio tecnico “ha individuato alcune ulteriori piante ritenute problematiche e per le quali è prevista l’eliminazione”. Gli interventi avverranno nei pressi del ponte Pedrolini e presso il grill degli orti comunali.

Alberi per i neonati

I Consigli comunali di Chiasso e Mendrisio hanno approvato, entrambi a maggioranza, le mozioni interpartitiche che chiedevano di mettere a dimora un albero per ogni neonato o bambino adottato. Chiasso ha scelto la formula dell’albero simbolico con una targa per i bambini nati nell’anno di riferimento. A Mendrisio, per un periodo di prova di due anni, l’Ufficio tecnico individuerà una zona della città che necessita di nuove piante, il cui numero sarà stabilito in base alle necessità. Anche in questo caso nell’area prescelta verrà posizionata una targa relativa all’anno di nascita dei neonati. Il tema del taglio degli alberi è stato affrontato pure nell’ultima seduta del Consiglio comunale di Chiasso. La municipale Sonia Colombo-Regazzoni ha spiegato che il taglio al centro giovani è stato deciso per migliorare la vivibilità del parco, che si presenta ora più arieggiato e soleggiato. In via Cattaneo, davanti allo stabile dell’Age, si è invece agito per necessità, per potere procedere alla sistemazione della pavimentazione. È però già stato utilizzato un nuovo sistema per impiantare di modo che le radici siano più in profondità e non rovinino i marciapiedi. In via Milano, infine, l’Ufficio tecnico ha sistemato i cordoli che creavano rischi ai pedoni.

Tags
alberi
morbio
piante
ufficio tecnico
ufficio
cuore
chiasso
problematiche
taglio
arbusti
TOP NEWS Cantone
© Regiopress, All rights reserved