laRegione
Gabriele Putzu
Mendrisiotto
06.06.17 - 17:480
Aggiornamento : 11.12.17 - 18:19

Evasione fiscale, coinvolta una società di Stabio

Stando all'accusa, una società di Cantello, specializzata nella vendita di apparecchiature per il benessere della persona, collegata a una società di Stabio, per il biennio 2014 e 2015, non avrebbe dichiarato redditi per 12 milioni di euro e omesso di versare Iva per un milione di euro. È la tesi della compagnia della Guardia di finanza di Gaggiolo che ha denunciato alla Procura di Varese il titolare della società. L'opotesi di reato è evasione fiscale. Circostanza che ha fatto sorgere dubbi alle fiamme gialle di Gaggiolo il fatto che la titolare della società di Stabio, che opera nello stesso settore di quella di Cantello, è sorella dell'uomo denunciato alla magistratura varesina. Gli accertamenti svolti nell'ambito delle misure tese a contrastare la pratica elusiva volte al trasferimento dei redditi in Paesi (quali la Svizzera) con  regime fiscale decisamente più leggero rispetto a quello italiano. In sintesi: l'accusa sostiene che il reddito maturato a Cantello sarebbe stato trasferito a Stabio, tramite una fatturazione considerata falsa dagli investigatori. Questo perchè la società di Cantello vendeva i propri prodotti a clienti italiani. L'inchiesta che si è protratta per quasi un anno aveva preso lo spunto da una verifica fiscale. M.M

TOP NEWS Cantone
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile