laRegione
18.10.22 - 20:49
Aggiornamento: 21:12

Torricella, predata una capra del sindaco: ‘È stato il lupo’

L’animale è stato rinvenuto esanime venerdì scorso a un’altezza di 1’200 metri. Effettuato il test del Dna per capire chi è stato il predatore.

torricella-predata-una-capra-del-sindaco-e-stato-il-lupo
L’animale è stato rinvenuto venerdì scorso

«Per noi è stato il lupo». Non ha dubbi Tullio Crivelli, sindaco di Torricella-Taverne e allevatore di professione: la sua capra trovata morta venerdì è stata uccisa dal predatore che tanto sta facendo discutere negli ultimi mesi. La certezza scientifica ancora non c’è però: «Siamo stati fortunati, perché vicino al corpo è stato trovato lo sterco del predatore, questo ha permesso di effettuare le analisi del Dna e presto arriveranno i risultati». Sebbene Crivelli sia convinto che sia stato il lupo, il guardacaccia allertato per constatare la predazione non ha escluso che possa essersi trattato di una lince o di una volpe. «Per noi non è possibile: una volpe non attacca una capra di un anno e mezzo...».

‘Il problema è scappato di mano’

L’aggressione è avvenuto ai monti di Torricella, a circa 1’200 metri sopra il livello del mare, nei pressi della strada che da Arosio porta a Cusello. «Mi ha chiamato una donna che conosco che stava passando di lì, l’ha trovata lei. Era spaventata, piangeva – racconta il sindaco –. Credo sia successo all’alba o poco prima, perché il sangue era ancora fresco. È stata sbranata tutta la parte posteriore del corpo. Il predatore deve averla afferrata anche per il collo, le ha strappato la campana con la fibbia. La campana è stata trovata e la fibbia no». Se le analisi dovessero confermare che il colpevole è effettivamente un lupo, anche il Medio Vedeggio si andrebbe ad aggiungere alla lunga lista di aree toccate dal predatore. «Ormai è dappertutto, era solo questione di tempo che arrivasse anche qui – valuta Crivelli –. Già a settembre un cacciatore lo aveva avvistato qui sopra il paese, però non c’era la certezza. E ora questo... In Ticino più di trecento predazioni, non se ne può più. Prima o poi capiterà qualcosa di grave anche con le persone, se non si agisce. Il problema è scappato di mano».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
1 ora
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
2 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
2 ore
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
2 ore
In manette per 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
Luganese
3 ore
Tesserete, un Park & Ride trova posto sul terreno Arl
Presso la stazione dei bus sorgeranno una quindicina di posteggi. Il presidente del Cda Gianmaria Frapolli: ‘Vogliamo favorire la mobilità pubblica’
Luganese
3 ore
Aston Bank, scoperto ridotto a meno del 10 per cento
Alle Assise correzionali di Lugano si è parlato anche del fallimento della banca. Sedici mesi sospesi a un 53enne ex dipendente
Mendrisiotto
3 ore
Laveggio in... bianco: c’è finita della polvere d’argilla
Sul posto Pompieri e tecnici del Dipartimento del territorio: sospesi i lavori in un cantiere a Stabio. I pescatori vigilano
Locarnese
4 ore
Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide
A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
4 ore
Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne
Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
© Regiopress, All rights reserved