laRegione
20.09.22 - 18:30
Aggiornamento: 19:24

Sostenuta la futura sede di Scudo a Viganello

Concesso dal Gran Consiglio al Servizio di cure a domicilio del Luganese il contributo di 2,5 milioni di franchi per ristrutturare Villa Rava

sostenuta-la-futura-sede-di-scudo-a-viganello
Ti-Press/Archivio
Via libera dal Cantone alla nuova sede nel bene culturale protetto

Concesso dal Gran Consiglio al Servizio cure a domicilio del Luganese (Scudo) il contributo unico a fondo perso di 2,5 milioni di franchi per ristrutturare la nuova sede che troverà spazio nella Villa Bolla Rava di Lugano, quartiere Viganello. L’attuale sede del servizio si trova in uno stabile in affitto in via Brentani 11 a Lugano. Con l’aumento dell’attività, Scudo negli anni ha acquisito nuovi spazi in affitto in alcune sotto-sedi, creando però una situazione non idonea dal punto di vista logistico. La Città di Lugano, dal canto suo, ha concesso tramite convenzione un diritto di superficie per 50 anni al canone annuo di 1 franco della Villa Bolla Rava di sua proprietà e situata a Viganello accanto alla casa per anziani La Meridiana.

Per tale concessione vengono poste le condizioni che l’area riguardante la villa, inclusa la corte interna, venga utilizzata per l’insediamento della sede di Scudo e che la beneficiaria del diritto assuma le spese di ristrutturazione della villa. Il sostegno da parte del Cantone all’intervento a questa ristrutturazione si basa sulla volontà di garantire a tutti i cittadini le stesse possibilità di accesso alle prestazioni, indipendentemente dal loro domicilio o dalla loro situazione economica. Come noto, Cantone e Comuni, tramite il contratto di prestazione, si assumono una parte dei costi d’esercizio del servizio (20% Cantone / 80% Comuni), mentre il resto è finanziato dalle assicurazioni malattia e dagli utenti stessi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze
L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
4 ore
‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete
I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Ticino
11 ore
Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile
Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
12 ore
Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’
Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
14 ore
Per la Stranociada un successo… incontenibile
Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
16 ore
Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito
Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
17 ore
Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’
Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
19 ore
Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla
Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Locarnese
1 gior
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
Mendrisiotto
1 gior
La Castello Bene conquista il Nebiopoli 2023
Il corteo mascherato ‘cattura’ 20mila spettatori. Per gli organizzatori del Carnevale chiassese è l’edizione dei record
© Regiopress, All rights reserved