laRegione
19.09.22 - 10:51
Aggiornamento: 17:09

‘È un duplice tentato assassinio a sfondo jihadista’

Si è concluso con una condanna a 9 anni il processo all’accoltellatrice della Manor. Disturbi psichici e terrorismo coesistono, per la Corte del Tpf

e-un-duplice-tentato-assassinio-a-sfondo-jihadista
Ti-Press

«Ridurre quanto capitato il 24 novembre 2020 al gesto di una malata mentale e dimenticare le convinzioni estremiste è sbagliato. Non dobbiamo dimenticare che nell’80% dei casi i disturbi psichici coesistono con gli atti terroristici. L’imputata ha agito coerentemente e compatibilmente con i propri limiti e disturbi. Non c’è dubbio che sia stato tentato assassinio». Sì è dunque concluso stamattina il processo iniziato il 29 agosto scorso al Tribunale penale federale di Bellinzona. La Corte, presieduta da Fiorenza Bergomi e composta da Roy Garré e Monica Galliker, ha condannato la 29enne del Luganese a 9 anni, ritenendo il capo d’accusa principale, ripetuto tentato assassinio, dunque confermato. Pena sospesa tuttavia a favore di un trattamento stazionario chiuso. Confermate anche le altre due imputazioni, pur con dei distinguo: violazione della Legge federale che vieta i gruppi al-Qaida e Isis, nonché le organizzazioni associate, e ripetuto esercizio illecito della prostituzione. Per quest’ultimo reato è stata condannata a una multa di 2’000 franchi.

«La sua colpa è gravissima sotto ogni punto di vista – ha aggiunto la giudice . La vita è un bene prezioso. Tuttavia, neppure in aula è riuscita a nascondere il suo spregio per le vite dei miscredenti, né ha mostrato pentimento». La difesa, ricordiamo, rappresentata dagli avvocati Daniele Iuliucci e Simone Creazzo, si era battuta per una derubricazione del capo d’accusa principale, da ripetuto tentato assassinio a ripetuto tentato omicidio intenzionale e una conseguente condanna a otto anni di carcere. Per gli avvocati, infatti, non solo si sarebbe trattato di un atto di violenza improvviso e improvvisato, ma soprattutto quello andato in scena ai grandi magazzini cittadini non sarebbe stato neanche da considerare un atto terroristico effettivo. L’imputata, infatti, a causa delle gravi turbe psichiche che da anni la accompagnano, avrebbe immaginato di chattare con un jihadista, arrivando perfino a innamorarsene e a pianificare un viaggio, poi incompiuto, in Siria nel 2017.

L’accusa, condotta dalla procuratrice federale Elisabetta Tizzoni, aveva d’altra parte chiesto una condanna di quattordici anni, sostenendo che l’aggressione sia effettivamente stata un attentato terroristico. Secondo l’accusa, i disturbi mentali della 29enne non impediscono l’aver commesso un atto terroristico, così come stabilito per finire dalla Corte.

Leggi anche:

‘Se potessi tornare indietro lo rifarei, ma meglio’

Accoltellamento Manor: ‘È tentato omicidio non assassinio’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Abbattuto un giovane lupo in Valle di Blenio
La sua cattura, avvenuta lunedì sera ad Aquila vicino all’abitato e a una stalla, era stata autorizzata il 23 novembre
Bellinzonese
5 ore
Rabadan in rosso, fra le novità 2023 un lieve aumento dei prezzi
Perdita di 117mila franchi, di cui 41mila per Lumino. Via il braccialetto, arriva il QR code. Si lavora a un programma completo. Ecco il gioco da tavolo
Mendrisiotto
8 ore
Piscina coperta regionale, ‘il Cantone dia delle certezze’
Tre deputati momò del Centro tornano alla carica. Sul progetto il Distretto attende ‘risposte chiare e inequivocabili’
Locarnese
8 ore
Via Stazione: dall’autosilo in giù tutto il fronte sarà demolito
Da ieri all’albo comunale di Muralto il progetto da 50 milioni per due nuove costruzioni a contenuti misti e un diverso “rapporto” con il Grand Hotel
Ticino
8 ore
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
Luganese
14 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
16 ore
Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita
Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
17 ore
Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’
Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
18 ore
Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1
Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
19 ore
Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi
La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
© Regiopress, All rights reserved