laRegione
16.09.22 - 18:41
Aggiornamento: 19.09.22 - 18:18

Torna in Consiglio comunale la ‘patata bollente’ del Pgs

Maggioranza della Gestione di Lugano favorevole al credito da 125 milioni, ma i commissari leghisti non firmano

torna-in-consiglio-comunale-la-patata-bollente-del-pgs
Ti-Press

Torna in Consiglio comunale, il prossimo 26 settembre, la bollente questione del Piano generale di smaltimento delle acque (Pgs) di Lugano, al centro di una grossa controversia per l’entità dei contributi provvisori di costruzione (60%) chiesti ai proprietari degli immobili, e finita davanti al Consiglio di Stato per un ricorso sul voto in Cc dell’8 febbraio 2021. A tornare sui banchi del Legislativo è la copertura delle spese già sostenute dal Comune, 125 milioni di franchi, relativi alla preparazione dell’emissione, e la revoca di una serie di vecchie risoluzioni comunali. La maggioranza della Commissione della gestione, lo scorso 12 settembre ha emesso un rapporto favorevole al messaggio municipale, stilato dai relatori Lorenzo Beretta-Piccoli, Rupen Nacaroglu e Carlo Zoppi. Si tratta della parte di commissione comprendente i rappresentanti di tutti i gruppi, salvo quelli della Lega e Udc che dovrebbero quindi presentare un rapporto di minoranza. L’operazione di ‘regolarizzazione’ ha preso avvio dopo la sentenza del Consiglio di Stato, lo scorso febbraio, che ha fatto chiarezza sulla validità di una parte della decisione presa nel precedente passaggio in Consiglio comunale, e la non validità della parte riguardante appunto la richiesta di credito, che richiede la maggioranza qualificata dei consiglieri comunali. Da questo la seconda manche in Legislativo.

Leggi anche:

Lugano: aria di referendum sui contributi Lalia

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Energia, il governo ai comuni: ‘La situazione è ancora tesa’
Il quadro attuale è ‘rassicurante’, ma il Consiglio di Stato invita sindaci e municipali a mantenere i provvedimenti che permettono di abbassare i consumi
Gallery
Bellinzonese
1 ora
Da cent’anni punto d’aggregazione di Faido: l’Osteria Marisa
Inizialmente screditata poiché ragazza madre, l’attività di Luigina Bellecini ha continuato a prosperare grazie alle future generazioni tutte al femminile
Locarno
9 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
11 ore
‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’
A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
11 ore
Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni
Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
gallery
Mendrisiotto
11 ore
Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso
L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
11 ore
Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave
L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Ticino
13 ore
Fotovoltaico su autostrada e ferrovia: ‘L’interesse è forte’
Il primo lotto messo a concorso dall’Ustra ha avuto un grande interesse, con oltre 300 richieste da 35 aziende. Il potenziale resta però limitato
Luganese
13 ore
Bioggio, in mostra la rivoluzione di ArtByFrask
Nella casa comunale verrà allestita l’esposizione di Andrea Fraschina, pittore ispirato dalle culture underground e dall’energia della filosofia punk
Lavizzara
15 ore
Centro di scultura, c’è l’appoggio ma anche una ‘minaccia’
Il Consiglio comunale accoglie, al termine di una seduta un tantino movimentata, il credito a favore di questa istituzione; ma tira aria di referendum
© Regiopress, All rights reserved