laRegione
15.09.22 - 19:52

Maxitruffa crediti Covid: parzialmente accolto l’appello

La Carp conferma la pena all’imprenditore condannato per aver ottenuto indebitamente 660mila franchi per due società luganesi. Annullata però l’espulsione

maxitruffa-crediti-covid-parzialmente-accolto-l-appello
archivio Ti-Press

Parzialmente accolto il ricorso in Appello di un imprenditore condannato nel dicembre 2020 per truffa: era stato uno dei primi processi in Ticino riguardo ai crediti Covid. L’uomo, un 49enne italiano, e il suo fiduciario, un ticinese di 53 anni, erano riusciti a ottenere 660mila franchi fornendo bilanci fasulli di due società. I soldi sarebbero stati usati in particolare per spese personali, come auto e orologi di lusso. L’imputato principale era amministratore unico e membro del Consiglio d’amministrazione di due ditte luganesi. I fatti risalivano a marzo 2020 ed erano emersi a luglio dello stesso anno.

L’imprenditore si era rivolto alla Corte di appello e revisione penale (Carp) di Locarno, chiedendo il proscioglimento da tutte le imputazioni e l’annullamento dell’espulsione di cinque anni dalla Svizzera decretata in primo grado dal giudice Amos Pagnamenta. E proprio quest’ultima richiesta è stata accolta, come pure il proscioglimento dall’imputazione di esercizio abusivo della professione di fiduciario. Confermate invece le condanne per ripetuta truffa, ripetuta falsità in documenti e amministrazione infedele aggravata.

Respinto, invece, l’Appello del procuratore pubblico Daniele Galliano che chiedeva che l’imputato venisse condannato anche per i due reati per i quali era stato prosciolto in prima istanza: infrazione alla Legge federale sulla vecchiaia e i superstiti (Lavs) e infrazione alla Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (Lpp), per le quali chiedeva una pena pecuniaria.

Alle Assise criminali di Lugano, l’imprenditore era stato condannato a 28 mesi di detenzione, di cui due sospesi per due anni. Al suo fiduciario, invece, erano stati inflitti 12 mesi integralmente sospesi. Per parte dei fatti era stato assolto il contabile: un pensionato luganese accusato di complicità in truffa.

Leggi anche:

Maxi truffa ai crediti Covid: in tre a processo a Lugano

Truffa crediti Covid: 'L'uso dei prestiti lascia di stucco'

Truffa crediti Covid, due condannati: 'Loro colpa gravissima'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
28 min
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
50 min
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
1 ora
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
1 ora
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
2 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
5 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
5 ore
Hangar 1, il Cantone risponde alle Città
Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Bellinzonese
1 gior
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
1 gior
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
1 gior
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
© Regiopress, All rights reserved