laRegione
15.09.22 - 19:29

Lugano, un Cassarate in sicurezza e aperto allo svago

Il Cantone stanzia il credito per finanziare la messa in sicurezza e l’accessibilità pubblica all’altezza del Campus e dell’ospedale Italiano

lugano-un-cassarate-in-sicurezza-e-aperto-allo-svago
Cantone/laRegione
I tratti del fiume che, stando al progetto, verrebbero aperti al pubblico

Il Cantone prevede credito netto e di autorizzazione alla spesa di 550’000 franchi per il finanziamento della progettazione definitiva della sistemazione del fiume Cassarate nella città, in due lotti, nel comparto Nqc e Lugano (in tutto 3,42 chilometri). Il messaggio governativo è un aggiornamento del credito precedentemente accolto dal Gran Consiglio che riguardava i lavori svolti alcuni anni fa lungo il Piano della Stampa. Dato il contesto particolare del Cassarate, che scorre in un’area urbana tra le più densamente abitate del cantone, scrive il governo nel messaggio, occorre tener conto di questioni legate alla sicurezza del territorio, dell’ambiente e della socialità nel comparto da sistemare. Per gli interventi programmati, è inoltre stata colta l’opportunità di integrare nel progetto di sistemazione le attese misure ambientali e di accessibilità per lo svago.

Nello specifico, il Dipartimento del territorio prevede la valorizzazione dell’area di confluenza del torrente Cassone nel Cassarate, con l’allargamento e la rinaturazione degli ultimi 70 metri dell’affluente e la sostituzione delle due passerelle esistenti con un manufatto unico a forma di "C" in grado di collegare la zona al nuovo polo sportivo di Lugano. Un altro intervento consiste invece nella creazione di una sponda a una sponda a gradoni (come quella alla Foce, per intenderci), di seduta e di accesso al fiume, lungo la facciata ovest del nuovo Campus Usi-Supsi e un parco degradante a terrazze di fronte all’Ospedale Italiano, la riqualifica della sponda destra in corrispondenza del liceo quale prolungamento della sistemazione già presente alla foce del Cassarate e la demolizione del muro esistente. Il costo totale degli interventi è preventivato in oltre 42 milioni di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
25 min
Nei bandi svelate cifre e atout della nuova Officina Ffs
Castione: sulle opposizioni le Ffs mirano a trovare una soluzione condivisa entro fine 2022. Confermati centrale a cippato, tetti verdi e fotovoltaico
Locarnese
32 min
Truffe agli anziani nel Locarnese, si cercano testimoni
Scattano le manette per una 36enne e un 40enne. Impietosivano le loro vittime per ricevere denaro e altri beni preziosi
Ticino
1 ora
Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato
Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
2 ore
In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi
I posti letto occupati da pazienti covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
2 ore
Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio
Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Luganese
3 ore
Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale
La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
Locarnese
3 ore
‘Caso La Palma’, condanna confermata e pena più severa
Per la Corte di appello e revisione penale fu omicidio intenzionale e non solo colposo. L’imputato dovrà scontare 18 anni e mezzo di carcere
Luganese
7 ore
Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità
La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
9 ore
Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità
Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
9 ore
Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione
I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
© Regiopress, All rights reserved