laRegione
13.09.22 - 11:53
Aggiornamento: 18:51

Simulava incidenti per gabbare le assicurazioni, condannato

Un 29enne luganese ha danneggiato auto compiendo una truffa alle compagnie per 65mila franchi. ‘Non avevo la testa’ si è giustificato in aula

di Guido Grilli
simulava-incidenti-per-gabbare-le-assicurazioni-condannato
Ti-Press
Verniciatura completa dell’auto a spese dell’assicurazione

Simulava incidenti in auto, con un amico (che sarà processato separatamente) e incassava i soldi dell’assicurazione. Questa, in estrema sintesi, la vicenda processuale approdata stamane davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano. Autore, un meccanico luganese disoccupato in assistenza, 29 anni, accusato di una truffa per mestiere compiuta ai danni di più agenzie assicurative per un danno complessivo di 65mila franchi tra il luglio 2016 e il dicembre 2019.

«Perché l’ho fatto? Per vivere, perché non usufruivo né della disoccupazione né dell’assistenza. Non avevo la testa» – ha spiegato l’imputato alla giudice, Francesca Verda Chiocchetti. Ben nove gli episodi compiuti: intenzionalmente ha danneggiato la propria vettura, in alcune occasioni coinvolgendo amici compiacenti, per poi ottenere i soldi dalle compagnie di assicurazioni o per ottenere riparazioni complete del veicolo, anziché parziali. In un caso, per farsi verniciare a nuovo e rimettere a lustro la macchina, ha pure espressamente esteso le rigature all’intera carrozzeria. L’imputato, che ha ammesso ogni responsabilità e che pertanto ha beneficiato di un rito abbreviato, è stato condannato per truffa per mestiere, consumata e tentata, ripetuta falsità in documenti e danneggiamento aggravato ripetuto a 15 mesi di detenzione posti al beneficio della sospensione condizionale per un periodo di prova di tre anni.

E sempre stamane, con rito abbreviato poiché reo confesso, ma davanti alla Corte delle Assise criminali di Lugano, è comparso in aula in stato di detenzione e in esecuzione anticipata della pena un 28enne portoghese residente nel Luganese. L’accusa: infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Il giovane, tra il 2021 e il febbraio scorso, ha trafficato 350 grammi cocaina. Droga acquistata a Campione d’Italia e spacciata nel Sottoceneri. Consumatore della stessa droga, il 28enne è stato riconosciuto colpevole anche di lesioni semplici e minaccia per aver preso a pugni e aver colpito con un lampada in un albergo di Lugano un uomo nel luglio 2020 e per aver ferito con un coltello un anno più tardi un’altra persona a Cadempino. «Voglio cambiare vita, trovare un lavoro appena fuori dal carcere» – ha dichiarato l’imputato. «Stupidità, momenti di debolezza, un malessere interiore». Queste le ragioni alle quali ha ricondotto i suoi atti di violenza e l’ingresso nel mondo della droga. La condanna: 3 anni di carcere, di cui due da espiare e uno posto al beneficio della sospensione condizionale per un periodo di prova di quattro anni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
Mendrisiotto
14 ore
La Castello Bene conquista il Nebiopoli 2023
Il corteo mascherato ‘cattura’ 20mila spettatori. Per gli organizzatori del Carnevale chiassese è l’edizione dei record
Luganese
16 ore
Auto contro moto a Novaggio, grave il motociclista
L’incidente sulla strada verso Miglieglia. Il giovane è stato sbalzato a terra dall’impatto frontale
Mendrisiotto
17 ore
Il Corteo di Nebiopoli fa il pieno di satira e pubblico
La sfilata mascherata si riappropria del centro cittadino tra guggen, gruppi e carri (venuti anche da fuori) e le cannonate di coriandoli da Sion
Luganese
18 ore
Scontro auto-moto a Manno, ferito il motociclista
L’incidente intorno alle 15:45 in via Cantonale. Non sono note le condizioni del ferito, portato in ospedale dopo i primi soccorsi sul posto
Luganese
21 ore
A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa
Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
23 ore
Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato
Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
1 gior
“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”
Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
1 gior
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
1 gior
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
© Regiopress, All rights reserved