laRegione
07.07.22 - 11:30
Aggiornamento: 22:27

A Lugano un omaggio pittorico al popolo ucraino

È esposta a Palazzo civico fino al 15 agosto la sequenza di opere di Fernando Bordoni denominata ‘Ucraina 2022, una comunità che resiste’

a cura di Red.Lugano
a-lugano-un-omaggio-pittorico-al-popolo-ucraino
Visitabile dalle 7.30 alle 12 e dalle 13.30 alle 17

S’intitola ‘Ucraina 2022, una comunità che resiste’ ed è un omaggio al popolo ucraino dell’artista Fernando Bordoni. La sequenza di opere pittoriche si compone di sette dipinti, realizzati uno al giorno durante la prima settimana dell’invasione russa, è stata allestita sulla parete esterna del Consiglio comunale e sarà esposta fino al 15 agosto.

"Le opere esposte sono il frutto dei sentimenti dell’artista di fronte alla tragicità del momento storico – si legge in una nota della Città –. Il giorno seguente ai primi attacchi delle forze armate russe, Bordoni inizia un percorso di studio di composizioni su piccolo formato: dal principio dell’invasione, un’opera al giorno per sette giorni, come una cura che non può nulla contro il cancro della guerra, ma rimane un gesto artistico voluto e auto-imposto a testimonianza del ritorno dell’orrore di un conflitto armato alle porte dell’Europa. La decisione di dare alle opere di quei giorni una dimensione più ampia trasponendole su tele di grande formato è giunta un mese dopo, le opere esposte a Palazzo civico sono il risultato di questo percorso artistico di elaborazione dei primi giorni di un dramma epocale".

Bordoni è stato ricevuto oggi dal Municipio. "Con pochi gesti netti e precisi l’artista riesce a illustrare l’aggressione nemica – ha detto il capodicastero Cultura Roberto Badaracco –, lo sconvolgimento di una nazione e la sua riunione al fine di resistere. Ci è parso importante mettere in valore queste opere anche per marcare l’importante momento diplomatico vissuto dalla Città di Lugano con la Urc 2022".

L’esposizione è visitabile a Palazzo Civico dalle 7.30 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Scontro tra un’auto e un centauro a Vezia
Ferite non gravi per il motociclista scaraventato a terra dall’impatto. Il traffico in via San Gottardo è rimasto perturbato per circa un’ora
Mendrisiotto
3 ore
‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’
Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Ticino
5 ore
‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’
La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
5 ore
La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale
La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Locarnese
6 ore
‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’
È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
6 ore
No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media
‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
8 ore
Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti
Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Ticino
10 ore
Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’
La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
10 ore
Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio
Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Bosco Gurin
10 ore
Metrò alpino, ‘un’apertura per tutta la Valle’
L’Associazione dei Comuni valmaggesi (Ascovam) scrive al direttore del Dipartimento del territorio per perorare la causa del collegamento con la Formazza
© Regiopress, All rights reserved