laRegione
17.06.22 - 15:07
Aggiornamento: 19:02

Lamone, ci si prenda cura degli stabili comunali

Doppia interpellanza Plr chiede spiegazioni al Municipio su tre decisioni prese dal legislativo alcuni anni fa ma mai concretizzate

lamone-ci-si-prenda-cura-degli-stabili-comunali
Ti-Press/Archivio
Veduta panoramica su Lamone

La manutenzione regolare degli stabili comunali è il tema che sottopone al Municipio di Lamone l’interpellanza firmata del gruppo Plr in Consiglio comunale. I liberali-radicali chiedono inoltre spiegazioni all’esecutivo in merito a tre decisioni prese dal legislativo anni fa, ma non ancora realizzate. Cominciamo dagli stabili comunali, per i quali viene chiesto all’esecutivo se non ritenga opportuno pianificare in anticipo la manutenzione ordinaria e destinare tali compiti a determinati impiegati del Comune. In un secondo atto parlamentare, I consiglieri comunali Plr chiedono per quali ragioni non è ancora stato realizzato l’impianto solare fotovoltaico sul tetto del centro civico del valore di 70’000 franchi, malgrado il fatto che l’approvazione del messaggio, da parte del legislativo, risalga al dicembre 2019. "Il credito concesso potrebbe essere decaduto", si sottolinea.

E la rampa per disabili?

L’interpellanza punta il dito su un’altra situazione analoga: "Il Consiglio comunale ha accolto il credito di 43’000 franchi per aggiornare il preventivo d’onorario e completare la procedura di approvazione della variante pianificatoria in zona Serta. Altri 30’000 franchi sono poi stati concessi per studio e approvazione di varianti di Pr per l’aumento degli indici edificatori in alcune zone". Dopo quasi 2 anni, non si sa nulla su tale variante di Pr. L’altro caso riguarda il credito di 78’500 franchi per rifare l’impermeabilizzazione del tetto della camera ardente e la posa di un sollevatore per disabili. La richiesta venne bocciata nel giugno 2019, ma il Municipio aveva chiesto al legislativo di autorizzare la realizzazione del tetto, malgrado la bocciatura, impegnandosi in seguito a riaprire il discorso rampa per disabili con l’architetto. Il tetto è in seguito stato effettivamente realizzato, tuttavia, a oltre tre anni da quanto discusso, nulla sembra essere stato ancora fatto per realizzare la rampa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
3 ore
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
Mendrisiotto
16 ore
La Castello Bene conquista il Nebiopoli 2023
Il corteo mascherato ‘cattura’ 20mila spettatori. Per gli organizzatori del Carnevale chiassese è l’edizione dei record
Luganese
18 ore
Auto contro moto a Novaggio, grave il motociclista
L’incidente sulla strada verso Miglieglia. Il giovane è stato sbalzato a terra dall’impatto frontale
Mendrisiotto
19 ore
Il Corteo di Nebiopoli fa il pieno di satira e pubblico
La sfilata mascherata si riappropria del centro cittadino tra guggen, gruppi e carri (venuti anche da fuori) e le cannonate di coriandoli da Sion
Luganese
20 ore
Scontro auto-moto a Manno, ferito il motociclista
L’incidente intorno alle 15:45 in via Cantonale. Non sono note le condizioni del ferito, portato in ospedale dopo i primi soccorsi sul posto
Luganese
23 ore
A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa
Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
1 gior
Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato
Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
1 gior
“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”
Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
1 gior
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
1 gior
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
© Regiopress, All rights reserved