laRegione
imam-di-lugano-i-servizi-segreti-non-abusarono
Ti-Press/Archivio
Durante la conferenza stampa, indetta nel novembre 2019 dall’Imam Samir Radouan Jelassi, sugli sviluppi della sua richiesta di naturalizzazione
13.06.22 - 12:01
Aggiornamento: 17:14

Imam di Lugano, i servizi segreti non abusarono

Il Tribunale penale federale pubblica due sentenze legate alla naturalizzazione di Radouan Jelassi, accusato di presunti legami col terrorismo islamico

Hanno svolto il loro dovere i funzionari federali del Servizio delle attività informative della Confederazione (Sic) nelle indagini sull’Imam di Lugano Radouan Jelassi. Allo stesso modo, neppure alla Segreteria di Stato della migrazione (Sem) si possono rimproverare abusi d’autorità. In due distinte sentenze, il Tribunale penale federale (Tpf) ha respinto sia il ricorso di Jelassi contro il decreto di non luogo a procedere pronunciato dal Ministero pubblico della Confederazione in merito alle accuse di diffamazione, calunnia e abuso di autorità mosse dall’Imam nei confronti dei funzionari federali e cantonali, sia l’istanza presentata alla Corte e al Segretariato generale del Tpf, con richiesta di provvedimenti cautelari urgenti concernente una maggiore anonimizzazione della sentenza.

Non ancora evasa la richiesta del 2014

Le due sentenze sono legate alla domanda di naturalizzazione formulata alla Città di Lugano dall’Imam nel maggio 2014. Poco meno di due anni dopo, la Città accolse la richiesta. Tuttavia, nel novembre del 2017, l’Imam ricevette dalla Sem la comunicazione in base alla quale, egli sarebbe coinvolto in attività di terrorismo islamico. Tali accuse sarebbero essenzialmente fondate sulle informazioni contenute nel preavviso negativo allestito dai funzionari dei Servizi segreti svizzeri (Sic). Da qui, la decisione adottata dalla Sem, di rifiutare l’autorizzazione federale di naturalizzazione, fondandosi sul preavviso negativo del Sic. L’Imam aveva poi impugnato tale decisione dinanzi al Tribunale amministrativo federale, procedura tuttora pendente, anche se le premesse pare siano date. Non solo. Il legale di Radouan Jelassi, ritenendo le affermazioni della Sem infondate e lesive del suo onore e ipotizzando un comportamento abusivo da parte di tali autorità, aveva sporto querela al Ministero pubblico della Confederazione (Mpc). Il caso balzò agli onori della cronaca nel novembre 2019 e fece discutere parecchio.

Leggi anche:

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
10 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
12 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
12 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
13 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
14 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
14 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
16 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
19 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
21 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
© Regiopress, All rights reserved