laRegione
lugano-lumi-su-poverta-e-famiglie-con-figli-a-carico
Ti-Press/Archivio
Durante la distribuzione di minestra per sensibilizzare sul tema della povertà, qualche anno fa a Lugano
06.06.22 - 11:36
Aggiornamento: 17:28

Lugano, lumi su povertà e famiglie con figli a carico

Un’interrogazione interpartitica vuole conoscere la situazione dell’assistenza sociale e delle persone morose. Il personale è sufficiente?

"La povertà che colpisce i minori ha effetti negativi sul lungo periodo, in quanto pone i bambini e i giovani in situazione di difficoltà nell’ambito della salute, nella sfera sociale (accesso allo sport e alla cultura, scarso riconoscimento sociale e altri problemi) e nel contesto scolastico/formativo". Comincia così l’interrogazione interpartitica (primo firmatario il socialista Raoul Ghisletta) che chiede lumi al Municipio sulla casistica cittadina: "Qual è la situazione delle famiglie con figli a carico che si confrontano con la povertà?; Quante sono le economie domestiche private con almeno un minorenne che hanno ricevuto l’assistenza sociale nel 2015 e nel 2020? Quale è il tasso di aiuto sociale per i minorenni nel 2020? Come intende muoversi il Municipio per contribuire a togliere dalla povertà e dall’assistenza le famiglie con figli minorenni a carico?".

Quanti non pagano la cassa malati?

L’interrogazione vuole spiegazioni anche sugli assicuratori morosi, visto che "il problema delle persone che non pagano i premi cassa malati rimane acuto e dietro di esso si nasconde spesso una situazione personale di estremo disagio e di incapacità a gestire con le proprie forze la propria situazione finanziaria, la richiesta di sussidi e prestazioni complementari, la dichiarazione fiscale". Da qui le domande: "Quanti sono gli assicurati morosi segnalati dal Cantone alla Città, per il fatto che sono in arretrato con il pagamento dei premi cassa malati e che devono pertanto essere contattati dal Comune? Quanti di loro hanno risposto nel 2018-2020 e quanti non hanno risposto alla lettera della Città?" L’atto parlamentare torna alla carica sul tema caro alla sinistra: "Il numero degli assistenti sociali e dei curatori a Lugano è sufficiente per affrontare i problemi della povertà delle famiglie con figli e degli assicurati morosi? Quante curatele di sostegno, curatele di rappresentanza, curatele di cooperazione e curatele generali sono in essere? Si può potenziare l’applicazione della curatela di sostegno? Gli assistenti sociali e i curatori sono sovraccarichi di lavoro? Per poter affrontare proattivamente queste problematiche il loro numero dovrebbe essere potenziato?".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
4 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
6 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
6 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
10 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
10 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
11 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
16 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
Locarnese
16 ore
Hotel Arcadia, la Sinistra vuole vederci chiaro
Interrogazione al Municipio di Locarno sul clima di lavoro e le tensioni all’interno della nota struttura ricettiva
Bellinzonese
1 gior
Reintrodotto il limite di visite allo Iosi
Nei reparti di oncologia medica, ematologia e radioterapia potrà entrare un solo visitatore al giorno per massimo 30 minuti.
Bellinzonese
1 gior
Cassis incontra a Bellinzona la prima ministra estone
Durante i colloqui si è parlato di relazioni bilaterali e guerra in Ucraina, come pure dell’utilizzo delle nuove tecnologie nella politica estera.
© Regiopress, All rights reserved