laRegione
08.05.22 - 17:21
Aggiornamento: 18:18

Lugano, Valenzano: ‘Trasporto ad hoc dalla stazione per tifosi’

La capodicastero Sicurezza ipotizza una soluzione per ‘contenere le tifoserie più scalmanate’. Ed emerge il tema dei costi della sicurezza.

lugano-valenzano-trasporto-ad-hoc-dalla-stazione-per-tifosi
Foto dai lettori

I disordini di ieri sera alla Stazione Ffs di Lugano a seguito della partita calcistica fra Young Boys (Yb) di Berna e Fc Lugano, non sono purtroppo una novità. Episodi non frequenti fortunatamente, ma nemmeno delle mosche bianche. Tafferugli a parte, la città è regolarmente confrontata con disagi, a cominciare da quelli del traffico, dato che spesso le tifoserie ospiti scendono – accompagnate da un dispositivo di sicurezza – dalla stazione allo stadio a piedi, per compiere poi lo stesso tragitto al termine dell’incontro. Una situazione poco gradita da alcuni cittadini.

‘Una modalità per contenere le tifoserie più scalmanate’

«Sì, è vero che una parte della cittadinanza si lamenta in particolare della chiusura del traffico in alcune zone e poi di atti di vandalismo – ammette la capodicastero Sicurezza di Lugano Karin Valenzano Rossi –. In linea generale c’è dispiacere che sia capitato un episodio come questo, lo sport è qualcosa di bello, che dovrebbe unire e permettere di trascorrere del tempo in maniera positiva. Inoltre, va detto che il dispositivo di sicurezza è di competenza cantonale, non è dunque un tema che ci tocca direttamente. Tuttavia, ritengo che si dovrebbe ragionare su una modalità per cercare di contenere di più le tifoserie più scalmanate. Una soluzione potrebbe essere, per esempio, prevedere un trasporto ad hoc dalla Stazione Ffs allo Stadio di Cornaredo». Non solo treni speciali dunque, ma forse anche bus navetta appositi?

E i costi per la sicurezza? ‘Coinvolgere di più i club’

Un’idea che sarebbe interessante sviluppare e approfondire, ma che certamente avrebbe un suo costo, ancora maggiore per quelle tifoserie – ed è il caso dei bernesi – piuttosto numerose. E proprio il tema dei costi dei dispositivi di sicurezza, importanti e relativamente frequenti, come quello allestito sabato a Lugano torna di attualità con episodi come quello in questione. «Le società già oggi partecipano con un franco per ogni biglietto venduto – ci spiega il comandante della Polizia di Lugano Roberto Torrente –. Questo non riguarda però gli abbonamenti, non si tratta quindi di grandi cifre. Anzi, sono dei timidi introiti e si sta cercando di andare nella direzione di un maggior coinvolgimento dei club nel pagamento dei dispositivi di sicurezza allestiti in maniera importante soprattutto per alcune partite. Al momento non siamo ancora arrivati a un contributo effettivo per la copertura dei costi della sicurezza, che sono molto più elevati. Però è un inizio, quantomeno per cercare di sensibilizzare tifosi e società».

Il vero problema è lungo via Torricelli

Pur non ipotizzando soluzioni come la capodicastero, Torrente concorda che «bisogna capire come poter intervenire al meglio in questi casi. Non è certo la prima volta che capita, è successo ad esempio anche l’ultima volta con il Grasshopper, quando ci sono stati dei vandalismi in centro». Il vero problema è però individuato lungo via Torricelli, ossia sul già citato percorso Stazione Ffs-Cornaredo, utilizzato dalle tifoserie ospiti per raggiungere lo stadio. «Gli esterni dell’Ospedale Civico vengono vandalizzati con scritte frequentemente – osserva il comandante –. Molto discutibile è anche l’abitudine di far esplodere i petardi nei pressi di un ospedale, oltretutto accanto sorge anche una casa per anziani». Del problema e delle non facili soluzioni si continuerà dunque a discutere.

Leggi anche:

Scontri fra tifosi dell’Yb e polizia dopo la partita, un arresto

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
38 min
Il futuro dell’aeroporto? Lo deciderà il legislativo di Lugano
Anche voci contrarie allo scalo nella serata pubblica organizzata a Bioggio, con il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Ticino
2 ore
‘Nessun soccorso rossoverde per salvare il posto a Claudio Zali’
È il messaggio lanciato da Fabrizio Sirica. ‘È il padre cantonale del progetto PoLuMe. Rappresenta una finta ecologia che vogliamo combattere’.
Gallery
Mendrisiotto
5 ore
Laveggio, i giorni passano e i problemi restano
Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
Ticino
6 ore
Nel 2050 obiettivo -90% di emissioni di CO² e consumi dimezzati
Il governo mette in consultazione il nuovo Piano energetico e climatico cantonale. Zali: ‘Allungare il passo, no a tasse e divieti. Sì agli incentivi’
Bellinzonese
6 ore
Lattodotto, elettrodotto e acquedotto per l’Alpe Angone-Crestumo
Il Consiglio di Stato chiede di stanziare un contributo cantonale massimo di quasi 840mila franchi, per un investimento complessivo di 2,35 milioni
Ticino
7 ore
‘Uno statuto speciale per gli agenti della Polizia cantonale’
Mozione dei deputati del Centro Claudio Isabella e Giorgio Fonio: occorre un regolamento maggiormente consono alle esigenze di servizio
Bellinzonese
7 ore
Il lupo banchetta vicino alle case di Dalpe: ‘Siamo preoccupati’
Il Cantone segnala la predazione odierna di un cervo. Il sindaco attende dal governo una risposta ai timori e indicazioni su come comportarsi
Locarnese
8 ore
Ronco s/Ascona, le stime di spesa inducono fiducia
Preventivo 2023 rassicurante, grazie anche a un forte gettito d’imposta; aumentano spese e introiti. La capacità di autofinanziamento è buona
Ticino
10 ore
Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani
La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Ticino
13 ore
Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie
Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
© Regiopress, All rights reserved