laRegione
05.05.22 - 17:46
Aggiornamento: 19:01

Campione d’Italia, accesso condizionato alle cure ticinesi

I residenti potranno accedere alle strutture sanitarie del cantone dietro pagamento di una partecipazione alle spese sanitarie

campione-d-italia-accesso-condizionato-alle-cure-ticinesi
Ti-Press

I cittadini di Campione d’Italia potranno continuare a farsi curare nelle strutture sanitarie ticinesi. Accordi alla mano con la Regione Lombardia, l’amministrazione comunale ha fatto sapere in un avviso pubblico che per chi aderirà alla contribuzione volontaria e sarà in possesso di una prescrizione vergata da medici incorporati nel Sistema sanitario nazionale italiano sarà dato l’accesso agli ospedali del cantone. Ciò sarà valido sino all’aprile dell’anno prossimo.

Fissate le condizioni e stabilite le procedure da seguire, ai residenti del Comune si apriranno, quindi, le porte di nosocomi dopo aver versato un contributo ai costi sanitari. Contributo che prevede 92 franchi per gli adulti e 33 franchi per i minori di 18 anni. Chi poi beneficerà delle prestazioni richieste dovrà partecipare con un 10 per cento alle spese, sino a un importo massimo annuo di 700 franchi. Sono esclusi i minorenni.

"Si ringrazia la popolazione per la collaborazione che vorrà prestare in questa fase di definizione di una problematica che ha comportato numerose e rilevanti interlocuzioni con gli enti competenti sia in Italia sia in Svizzera e che consentirà la continuità di una assistenza sanitaria funzionale al territorio" ha affermato la vicesindaco Tanina Padula.

Le modalità di versamento di tale compartecipazione, saranno stabilite di comune accordo dalla Direzione generale welfare di Regione Lombardia, dall’Istituzione Comune LAMal e dal Comune di Campione d’Italia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Ticino Manufacturing lascia Tisin e si adegua al salario minimo
L’associazione annuncia di aver sciolto il contratto con il ‘sindacato’ e di aver ritirato il ricorso contro la decisione dell’Ispettorato del lavoro
Locarnese
3 ore
Troppi supermercati e troppo traffico in quel di Losone?
Attraverso un’interpellanza Mario Tramèr (il Centro) chiede al Municipio se e come potrebbe il Comune limitare l’insediamento di nuove attività simili
Ticino
5 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
5 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
8 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
8 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
16 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
18 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
18 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
19 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
© Regiopress, All rights reserved