laRegione
summer-jamboree-on-the-lake-a-lugano-gli-anni-40-e-50
Ballo e musica
25.04.22 - 17:34
Aggiornamento: 17:54

Summer Jamboree on the Lake: a Lugano gli anni ’40 e ’50

Il terzo tentativo è quello buono: dal 9 al 12 giugno il festival dedicato alla cultura americana del ventennio sbarca in città, fra concerti e mostre

Concerti gratuiti, lezioni di ballo, una mostra fotografica e tanti colori... pastello. Il tutto in un’atmosfera rigorosamente vintage. Questi i contenuti principali del Summer Jamboree on the Lake, grande manifestazione dedicata alla cultura statunitense degli anni Quaranta e Cinquanta, che dal 9 al 12 giugno prossimi sbarcherà a Lugano. Finalmente, vien da dire, in quanto lo spettacolare evento avrebbe dovuto tenersi già nel giugno 2020 e poi ancora un anno dopo. Entrambe le volte rimandato a causa della pandemia. «Dopo tutto quel che è capitato, è bello sapere che finalmente ci sarà questo festival e che sarà senza restrizioni», ha detto a tal proposito il capodicastero Eventi Roberto Badaracco.

Da Senigallia a Lugano

Il Jamboree è stato fortemente voluto – e finanziato – dall’ente turistico Lugano Region, in particolare dal suo presidente. «Si tratta di un evento di grande richiamo per il pubblico internazionale e nazionale – ha precisato Bruno Lepori – e siamo orgogliosi di esserne i promotori in quanto si tratta di una prima svizzera». Lepori ha scoperto il festival per caso, mentre si trovava in vacanza nella sede storica della manifestazione: Senigallia, città sul Mar Adriatico. Nelle Marche il Jamboree si tiene ormai da oltre vent’anni ed è diventato il più grande festival del genere in Europa e dunque un punto di riferimento per gli amanti del genere, attirando decine di migliaia di appassionati. Tra gli organizzatori, Angelo Di Liberto e Alessandro Piccinini, presenti a Lugano per presentare la versione ticinese dell’evento.

‘Un festival adatto a tutti’

«Non volevamo semplicemente esportare un format – ha detto quest’ultimo –, ma creare un unicuum. Unire i punti forti della manifestazione per i quali è conosciuta internazionalmente con il territorio che ci ospiterà: la sfida è creare qualcosa di cucito sul territorio». Per questo motivo sono state coinvolte le risorse locali, come per esempio i numerosi appassionati della musica del periodo, e il festival stesso subirà degli adeguamenti per renderlo più adatto ai fruitori ticinesi e ai turisti a Lugano. Ad esempio, sugli orari: sono previsti degli eventi già durante le mattine. «È un festival adatto a ogni tipo di target d’età e a ogni ceto sociale – l’osservazione invece di Di Liberto –, ricordiamo che il Rock‘N’Roll è stato il primo movimento interrazziale della storia».

Musica, ballo, mercato vintage e auto

Eh sì, il Rock’N’Roll: il Jamboree richiama all’estetica, allo stile di vita, alla cultura e soprattutto alla musica. Numerosi artisti si succederanno sui due palchi, uno in piazza della Riforma e l’altro al Boschetto Ciani nell’omonimo parco, proponendo i principali stili musicali in voga all’epoca: Swing, Country, Rockabilly, Rhythm’n’Blues, Hillbilly, Doo-wopm Western swing e naturalmente Rock’N’Roll. Oltre ai numerosi concerti live, ci saranno Record hop in vari angoli della città con numerosi Dj. Parte dell’intrattenimento sarà anche il Burlesque show e cabaret. Musica, ma anche ballo: diverse le lezioni di danza in programma. Gratuite quelle di Swing e Rock’N’Roll per imparare a muovere i primi passi e poi un dopo Festival per ballare l’intera notte, mentre al Centro esposizioni si terrà il Summer Jamboree on the Lake Dance Camp: una full immersion per imparare i vari balli. Per chi preferisce restare al margine della pista tra piazza Manzoni e riva Albertolli si snoderà il Vintage Market: un mercato con modernariato e memorabilia da collezione, abbigliamento, scarpe, accessori, oggettistica vintage varia e riproduzioni, nonché street food e bibite. Sempre su riva Albertolli ci sarà anche un Oldtimers Park con automobili americane del periodo e un barber shop. Infine, dal 2 al 19 giugno a Villa Ciani sarà allestita la mostra fotografica immersiva "Rock’N’Roll is a State of the Soul".

Tanta carne al fuoco dunque, per una manifestazione che promette di colorare la città e richiamare molti visitatori e che, qualora venisse considerata di successo, verrà riproposta anche dopo il 2024. Per il 2023, invece, l’appuntamento è già previsto. Per ulteriori informazioni: www.summerjamboreeonthelake.com.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
2 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
3 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
3 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
3 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
3 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
Gallery e video
Luganese
4 ore
‘Trasloco’ di 40 metri per un edificio di 600 tonnellate
Spostamento necessario per la realizzazione del futuro sottopasso pedonale di Besso. Le operazioni sono durate tutta la mattinata
Locarnese
4 ore
Allerta meteo sul Locarnese: forti temporali
Pericolo di grandine, piogge torrenziali e raffiche burrascose. Il fronte del maltempo procede a una velocità di 25 km/h
Mendrisiotto
4 ore
A Breggia in 333 sono per il referendum sulle scuole
Il Comitato promotore consegna le firme in Cancelleria: ‘Obiettivo raggiunto’. Il nodo del problema, non i servizi didattici ma l’investimento
Locarnese
6 ore
Alta Vallemaggia, due vitelline ferite dal lupo
Accertamenti in corso all’Alpe Sfille, ma l’attacco del predatore presente da mesi in zona, è dato per certo
Ticino
6 ore
TicinoSentieri si rinnova grazie all’aiuto degli appassionati
La segnaletica lungo i sentieri è da rinnovare e con un’app gli escursionisti potranno censire i 5’470 cartelli lungo quasi 5mila chilometri di percorsi
© Regiopress, All rights reserved