laRegione
25.04.22 - 17:34
Aggiornamento: 17:54

Summer Jamboree on the Lake: a Lugano gli anni ’40 e ’50

Il terzo tentativo è quello buono: dal 9 al 12 giugno il festival dedicato alla cultura americana del ventennio sbarca in città, fra concerti e mostre

summer-jamboree-on-the-lake-a-lugano-gli-anni-40-e-50
Ballo e musica

Concerti gratuiti, lezioni di ballo, una mostra fotografica e tanti colori... pastello. Il tutto in un’atmosfera rigorosamente vintage. Questi i contenuti principali del Summer Jamboree on the Lake, grande manifestazione dedicata alla cultura statunitense degli anni Quaranta e Cinquanta, che dal 9 al 12 giugno prossimi sbarcherà a Lugano. Finalmente, vien da dire, in quanto lo spettacolare evento avrebbe dovuto tenersi già nel giugno 2020 e poi ancora un anno dopo. Entrambe le volte rimandato a causa della pandemia. «Dopo tutto quel che è capitato, è bello sapere che finalmente ci sarà questo festival e che sarà senza restrizioni», ha detto a tal proposito il capodicastero Eventi Roberto Badaracco.

Da Senigallia a Lugano

Il Jamboree è stato fortemente voluto – e finanziato – dall’ente turistico Lugano Region, in particolare dal suo presidente. «Si tratta di un evento di grande richiamo per il pubblico internazionale e nazionale – ha precisato Bruno Lepori – e siamo orgogliosi di esserne i promotori in quanto si tratta di una prima svizzera». Lepori ha scoperto il festival per caso, mentre si trovava in vacanza nella sede storica della manifestazione: Senigallia, città sul Mar Adriatico. Nelle Marche il Jamboree si tiene ormai da oltre vent’anni ed è diventato il più grande festival del genere in Europa e dunque un punto di riferimento per gli amanti del genere, attirando decine di migliaia di appassionati. Tra gli organizzatori, Angelo Di Liberto e Alessandro Piccinini, presenti a Lugano per presentare la versione ticinese dell’evento.

‘Un festival adatto a tutti’

«Non volevamo semplicemente esportare un format – ha detto quest’ultimo –, ma creare un unicuum. Unire i punti forti della manifestazione per i quali è conosciuta internazionalmente con il territorio che ci ospiterà: la sfida è creare qualcosa di cucito sul territorio». Per questo motivo sono state coinvolte le risorse locali, come per esempio i numerosi appassionati della musica del periodo, e il festival stesso subirà degli adeguamenti per renderlo più adatto ai fruitori ticinesi e ai turisti a Lugano. Ad esempio, sugli orari: sono previsti degli eventi già durante le mattine. «È un festival adatto a ogni tipo di target d’età e a ogni ceto sociale – l’osservazione invece di Di Liberto –, ricordiamo che il Rock‘N’Roll è stato il primo movimento interrazziale della storia».

Musica, ballo, mercato vintage e auto

Eh sì, il Rock’N’Roll: il Jamboree richiama all’estetica, allo stile di vita, alla cultura e soprattutto alla musica. Numerosi artisti si succederanno sui due palchi, uno in piazza della Riforma e l’altro al Boschetto Ciani nell’omonimo parco, proponendo i principali stili musicali in voga all’epoca: Swing, Country, Rockabilly, Rhythm’n’Blues, Hillbilly, Doo-wopm Western swing e naturalmente Rock’N’Roll. Oltre ai numerosi concerti live, ci saranno Record hop in vari angoli della città con numerosi Dj. Parte dell’intrattenimento sarà anche il Burlesque show e cabaret. Musica, ma anche ballo: diverse le lezioni di danza in programma. Gratuite quelle di Swing e Rock’N’Roll per imparare a muovere i primi passi e poi un dopo Festival per ballare l’intera notte, mentre al Centro esposizioni si terrà il Summer Jamboree on the Lake Dance Camp: una full immersion per imparare i vari balli. Per chi preferisce restare al margine della pista tra piazza Manzoni e riva Albertolli si snoderà il Vintage Market: un mercato con modernariato e memorabilia da collezione, abbigliamento, scarpe, accessori, oggettistica vintage varia e riproduzioni, nonché street food e bibite. Sempre su riva Albertolli ci sarà anche un Oldtimers Park con automobili americane del periodo e un barber shop. Infine, dal 2 al 19 giugno a Villa Ciani sarà allestita la mostra fotografica immersiva "Rock’N’Roll is a State of the Soul".

Tanta carne al fuoco dunque, per una manifestazione che promette di colorare la città e richiamare molti visitatori e che, qualora venisse considerata di successo, verrà riproposta anche dopo il 2024. Per il 2023, invece, l’appuntamento è già previsto. Per ulteriori informazioni: www.summerjamboreeonthelake.com.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
2 ore
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
3 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
3 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
4 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
4 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
Ticino
5 ore
Pensioni, la rete ErreDiPi evolve e diventa un’associazione
La scelta, dice il portavoce Quaresmini, ha l’obiettivo di essere interlocutori solidi e di partecipare attivamente agli incontri tra governo e sindacati
Luganese
6 ore
Trattamento stazionario a un giovane reo di tante ‘bravate’
Inflitti 22 mesi da espiare a un 23enne che, in pochi giorni, ha commesso diversi reati. Pena sostituita con il ricovero in una struttura chiusa
Luganese
6 ore
Incidente sulla A2, code in direzione sud
Si segnalano disagi al traffico tra Muzzano e la galleria di Collina d’Oro
Luganese
7 ore
Inserimento professionale, Lugano tira le somme
Presentato il rapporto d’attività 2022 del Settore formazione e lavoro della Divisione socialità
© Regiopress, All rights reserved