laRegione
cantiere-pse-l-atletica-lugano-si-allenera-a-tesserete
Ti-Press
Una buona soluzione provvisoria
laR
 
28.04.22 - 05:25
Aggiornamento: 18:43

Cantiere Pse: l’Atletica Lugano si allenerà a Tesserete

Trovato un accordo fra la società sportiva cittadina e il Comune di Capriasca: la convenzione sarà in vigore dal 1° marzo 2023 al 31 dicembre 2025

Un ostacolo in meno sul percorso del Polo sportivo e degli eventi (Pse) di Lugano. Nel giorno della posa della prima pietra al Maglio, dove verranno spostati i campi di calcio minori di Cornaredo, apprendiamo che è stata trovata una soluzione per la Società di atletica di Lugano (Sal). Quest’ultima, a causa del cantiere del Pse, non avrebbe più parzialmente potuto allenarsi a Cornaredo, compromettendo l’operatività. Tuttavia, «grazie all’intercessione della Città la Sal è riuscita a concludere un accordo con il Comune di Capriasca per l’utilizzo dell’arena sportiva di Tesserete», ci dice il capodicastero Sport di Lugano Roberto Badaracco.

Il cantiere del Pse parte il 1° marzo 2023

Il prossimo 1° marzo è previsto l’inizio dei lavori a Cornaredo, data entro la quale dovrebbero essere pronti i campi supplementari del Maglio. Uno dei primi atti del cantiere del Pse sarà però la distruzione della tribuna del Monte Brè dello stadio e la posa delle tribune provvisorie, che verranno installate sopra la pista di atletica sui lati nord e sud dello stadio. «La Sal potrà continuare a utilizzare la pista, ma soltanto per il rettilineo dei 100 metri – osserva il municipale –. Non sarà possibile correre lungo tutto l’anello. Questo però è insufficiente per una società con atleti che si allenano in numerose discipline». «Sì, i velocisti per esempio non necessitano dell’intera pista per allenarsi – precisa Kevin Terribilini, presidente della Sal –, il problema è per chi ha bisogno dei 400 metri, per chi fa fondo o mezzo fondo. Questo gruppo è composto da una ventina di atleti nella società».

Tesserete: la soluzione migliore

Che fare dunque? «Si è studiata la possibilità di utilizzare un semicerchio di 200 metri, però si sarebbe rivelato difficilmente realizzabile dal profilo tecnico e dunque finanziario» spiega Badaracco. «Per garantire l’operatività della società ci sarebbero state diverse soluzioni logistiche» aggiunge Terribilini. Ad esempio, chiarisce il municipale, nel Luganese oltre a Cornaredo ci sono tre piste di atletica: a Tesserete, a Rivera e quella di Valgersa. «Quest’ultima però è più piccola, mentre quella di Monteceneri più lontano». La migliore quindi si è rivelata quella capriaschese. «Qualche piccolo problema logistico ci sarà, ma siamo molto contenti: ci permetterà di garantire l’operatività» valuta Terribilini, mentre Badaracco apprezza molto «la disponibilità e l’ospitalità dimostrate dal Comune di Capriasca».

Sostegno finanziario dalla Città

L’accordo sarà in vigore dal 1° marzo 2023 al 31 dicembre 2025, ossia fino a quando dovrebbero durare i lavori a Cornaredo. «C’è la possibilità di estendere l’accordo – assicura Badaracco –, qualora il cantiere del Pse dovesse inaspettatamente prolungarsi un po’. In ogni caso, il progetto del Pse prevede la costruzione di una nuova pista d’atletica a Cornaredo, con le infrastrutture ad hoc». A Tesserete tuttavia si allena già la sezione atletica dell’Unione sportiva capriaschese (Usc). È già stata trovata un’intesa con l’Usc per il calendario? «Possiamo dire di sì – replica Terribilini –: i nostri di solito si allenano il lunedì, il mercoledì e il venerdì, mentre i loro i martedì e i giovedì. E comunque siamo abituati a condividere gli spazi: Cornaredo è già molto affollata come pista». L’accordo è positivo anche sotto il profilo finanziario: a Lugano la Sal si allena gratuitamente, mentre l’Usc paga un importo al Comune di Capriasca. Per permettere da un lato alla Sal di continuare ad allenarsi alle attuali buone condizioni e dall’altro al Comune ospitante di incassare e di non fare distinzioni con le proprie società, sarà la Città di Lugano a coprire il costo dell’affitto (4’500 franchi all’anno).

Leggi anche:

Partita al Maglio l’operazione Polo sportivo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
1 ora
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
2 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
2 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
2 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
3 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
Gallery e video
Luganese
3 ore
‘Trasloco’ di 40 metri per un edificio di 600 tonnellate
Spostamento necessario per la realizzazione del futuro sottopasso pedonale di Besso. Le operazioni sono durate tutta la mattinata
Locarnese
3 ore
Allerta meteo sul Locarnese: forti temporali
Pericolo di grandine, piogge torrenziali e raffiche burrascose. Il fronte del maltempo procede a una velocità di 25 km/h
Mendrisiotto
3 ore
A Breggia in 333 sono per il referendum sulle scuole
Il Comitato promotore consegna le firme in Cancelleria: ‘Obiettivo raggiunto’. Il nodo del problema, non i servizi didattici ma l’investimento
Locarnese
5 ore
Alta Vallemaggia, due vitelline ferite dal lupo
Accertamenti in corso all’Alpe Sfille, ma l’attacco del predatore presente da mesi in zona, è dato per certo
Ticino
5 ore
TicinoSentieri si rinnova grazie all’aiuto degli appassionati
La segnaletica lungo i sentieri è da rinnovare e con un’app gli escursionisti potranno censire i 5’470 cartelli lungo quasi 5mila chilometri di percorsi
© Regiopress, All rights reserved