laRegione
lugano-in-quattro-anni-18-inquinamenti-al-riale-scairolo
Ti-Press/Archivio
Nella foto alcuni pesciolini morti nella Roggia Scairolo nel 2003
11.04.22 - 18:33
Aggiornamento: 19:54

Lugano, in quattro anni 18 inquinamenti al riale Scairolo

Da inizio 2018 a fine 2021, ci sono state tre morie di pesci, due delle quali sono sfociate in una denuncia contro ignoti al Ministero pubblico

Fuoriuscite di liquami, perdite d’idrocarburi, intorbidamenti da materiale inerte, smaltimento improprio di acque derivanti da lavori di pittura, Interventi di tracciamento con l’impiego di fluorescina e immissione di acque cementizie. Sono le origini più frequenti degli inquinamenti segnalati al riale Scairolo da inizio 2018 alla fine dell’anno scorso. Il Nucleo operativo incidenti (Noi) della Sezione protezione aria, acqua e suolo del Dipartimento del territorio, nel giro di quattro anni, è intervenuto ben 18 volte. Tra questi interventi, tre segnalazioni sono state caratterizzate da una moria di pesci nella roggia Scairolo, mentre in 14 casi (su 18) le cause sono state chiarite. Nonostante queste cifre, dal rapporto statistico allestito dal Cantone, si evince un miglioramento della situazione, visto che il numero di interventi all’anno è diminuito. È invece aumentata la percentuale degli episodi per i quali il Noi è riuscito è risalire alle cause.

Si studia un altro modo di monitorare

C’è quindi un miglioramento, ma gli inquinamenti continuano lungo il riale. Ne riferisce il Municipio di Lugano nella risposta all’interrogazione presentata dalla consigliera comunale Marisa Mengotti (Verdi). L’esecutivo fa sapere inoltre che nel 2017 è stato istituito un gruppo di lavoro volto a prevenire gli inquinamenti nella roggia. Ne fanno parte la Città di Lugano, e i Comuni di Collina d’Oro e Grancia, il Consorzio depurazione acque del Pian Scairolo, il corpo Pompieri e il Cantone. Il gruppo ha l’obiettivo di sensibilizzare industrie e proprietari lungo il riale, monitorare la qualità dell’acqua e tracciare le canalizzazioni gravitanti il corso d’acqua. A tal proposito, si legge nella risposta, la raccolta di dati di catasto di quanto esiste. Rispetto invece all’utilità della posa delle sonde per monitorare la qualità dell’acqua, solo tre casi (su 18) non sono stati rilevati. Sulla scorta dell’esperienza fatta di questo progetto pilota, è allo studio un’altra possibilità di monitoraggio.

Ecosistema, danno non quantificabile

Negli ultimi due anni, sono state aperte due procedure amministrative dall’Ufficio protezione acque e approvvigionamento idrico della Spaas. Due dei tre casi nei quali è stata rilevata una moria di pesci, sono sfociato in una denuncia contro ignoti sporta al Ministero pubblico. Per l’ultimo episodio, fa sapere il Municipio, sono in fase di ultimazione i rapporti interni del Noi e anche questo sfocerà molto probabilmente in una segnalazione alla Procura. Impossibile invece quantificare il danno all’ecosistema e alle biodiversità di ogni inquinamento.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
denuncia inquinamenti lugano ministero pubblico pesci quattro anni riale scairolo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
2 ore
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Locarnese
2 ore
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Ticino
2 ore
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
8 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
10 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
11 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
14 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
14 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
15 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
20 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
© Regiopress, All rights reserved