laRegione
07.04.22 - 11:39
Aggiornamento: 16:37

Raccolta dell’umido a Lugano, al via un progetto pilota

I tre ecopunti interessati sono a Cassarate e Cadro. In base ai risultati, i punti di raccolta saranno progressivamente estesi al resto della città

raccolta-dell-umido-a-lugano-al-via-un-progetto-pilota
L’immagine scelta per il progetto pilota

È iniziato a Lugano un progetto pilota per la raccolta dell’umido. I primi tre ecopunti dotati di nuovi container per la raccolta sono quelli di via dei Faggi e piazza della Riscossa a Cassarate e via Circonvallazione a Cadro. Se il progetto pilota andrà a buon fine, dopo questa fase di prova i punti di raccolta saranno progressivamente estesi al resto della città. Nel comunicare l’avvio della sperimentazione, la Città ricorda che "i rifiuti organici casalinghi sono preziosi per le materie prime che contengono (con le quali si creano ottimi fertilizzanti impiegati nell’agricoltura) e per produrre energia (biogas) attraverso un processo di fermentazione della durata di circa tre mesi". In media, "il 30 per cento dei rifiuti che mettiamo nel sacco sarebbe riciclabile e, di questo, almeno un terzo è costituito da scarti di cucina: raccogliere l’umido è quindi un’opportunità per sfruttare il sacco in modo intelligente e dare un utile contributo alla salvaguardia dell’ambiente". La raccolta dell’umido in città "non è tuttavia priva di rischi: è fondamentale seguire scrupolosamente le regole per evitare sgradevoli inconvenienti".

Per raccogliere l’umido – scarti di cucina, resti alimentari, frutta, verdura, riso, pasta, pane, carne, pesce, formaggi, latticini, fondi di caffè, gusci di uova – è consigliato prendere un secchiello o un qualsiasi contenitore riutilizzabile da svuotare nel punto di raccolta. "Sacchetti o altri contenitori, anche se biodegradabili, non possono essere introdotti nel bidone dell’umido poiché hanno tempi di decomposizione più lunghi e comprometterebbero il processo, successivo, di fermentazione". Se il bidone al punto di raccolta dovesse essere pieno, "non bisogna lasciare i rifiuti per terra, per motivi di decoro e per non attirare animali selvatici".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
44 min
‘Crassa leggerezza’, chiesta l’assoluzione del principe Selassié
Davanti alle Criminali di Mendrisio, la difesa evidenzia la mancanza di controlli degli accusatori privati. La sentenza sarà pronunciata alle 17.
video
Locarnese
55 min
Mattinata di... fuoco in via Luini a Locarno
Incidente in un distributore di benzina. Fortunatamente non si sono registrati feriti.
Luganese
1 ora
Bissone, il Comune vince la causa civile per il Lido
La sentenza della Pretura di Lugano condanna la società, a cui vennero affidati i lavori di ristrutturazione, a risarcire l’ente locale di 533’000 franchi
Diretta streaming
Luganese
1 ora
Il direttore di scuola media arrestato si è dimesso
Il Decs ha chiarito i punti essenziali della vicenda e presentato le prossime linee di azione
Mendrisiotto
3 ore
Lastminute, l’inchiesta si allarga anche alla ceo ad interim
Coinvolti ora nell’inchiesta anche altri ex e attuali dipendenti del rivenditore di viaggi e tempo libero online con sede a Chiasso
Locarnese
5 ore
Nodo viario di Ponte Brolla, le criticità discusse dai residenti
L’Associazione Quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne promuove un incontro con gli abitanti per fare il punto ai contestati progetti di Fart e Cantone
Luganese
5 ore
Una vita in Pretura: ‘La volontà di rendere giustizia’
Intervista a Franca Galfetti Soldini che dopo vent’anni (trentaquattro in totale) lascerà la guida della Sezione 3 della Pretura di Lugano
Gallery e video
Bellinzonese
7 ore
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
7 ore
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
16 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
© Regiopress, All rights reserved