laRegione
01.04.22 - 15:52
Aggiornamento: 18:07

Lugano Marittima, spazio sociale ‘non per fare cassetta’

Interrogazione leghista chiede al Municipio con quali criteri abbia stabilito i 500 franchi d’affitto giornalieri e se l’incasso coprirà tutti i costi

lugano-marittima-spazio-sociale-non-per-fare-cassetta
Ti-Press/Archivio
Lugano Marittima: col bel tempo tanta gente, ma se piovesse a lungo?

Che senso ha far pagare 500 franchi al giorno per affittare una delle quattro casette, tra l’altro senza arredamento esterno, che sorgeranno alla Foce del Cassarate a inizio giugno nell’ambito di Lugano Marittima? Questa domanda se la son posta e la pongono al Municipio di Lugano i cinque consiglieri comunali della Lega dei ticinesi che hanno sottoscritto l’interrogazione (primo firmatario il capogruppo leghista Lukas Bernasconi). Un’interrogazione che punta il dito sui costi d’affitto ritenuto troppo elevati: "Con questi prezzi, e considerando la variabile pioggia, il rischio che si devono assumere i conduttori è molto elevato. Bastano alcuni fine settimana di pioggia e la frittata è fatta. È innegabile, 22’500 franchi per sei settimane di affitto sono un onere molto importante che pochi si potranno permettere di rischiare. Si ha l’impressione che la città voglia fare cassetta sfruttando l’afflusso dei giovani che frequentano questo luogo. Inoltre, un prezzo così elevato pregiudica la partecipazione al concorso dei piccoli esercenti, favorendo di fatto i grossi gruppi". Come noto, in questo giorni è in pubblicazione il bando di concorso (che scadrà venerdì 8 aprile) per Lugano Marittima. La foce del Cassarate, si legge nell’interrogazione, "essendo distante dalle zone residenziali, è probabilmente l’unico punto centrale della città dove i giovani, ma non solo, si possono trovare senza disturbare nessuno". È uno dei pochi spazi di socializzazione, dove i giovani (e non solo) possono trascorrere delle belle serate. L’interrogazione pertanto chiede in che modo il Municipio ha stabilito gli oneri d’affitto delle casette e se sono destinati a coprire totalmente i costi: "Se sì, non ritiene il Municipio sia più importante valorizzare il luogo di aggregazione assumendo parte dei costi?".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
28 min
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
28 min
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
28 min
Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe
Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
9 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
10 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
11 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
11 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
12 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
12 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
14 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
© Regiopress, All rights reserved