laRegione
Luganese
27.03.22 - 17:34

Un ‘booster’ per scaldare La Sosta

Innovativo sistema energetico inaugurato a Massagno

un-booster-per-scaldare-la-sosta
Ti-Press/Gianinazzi

Un innovativo progetto di riscaldamento a forte efficienza energetica è stato presentato sabato lanciato dall’Azienda elettrica di Massagno (Aem, presente il neo direttore Rolf Endriss) in collaborazione con Termogamma Energy Solutions (Tes), presso la "Fondazione La Sosta" di Massagno. Si tratta di una prima svizzera: la sfida iniziale era quella di riscaldare un edificio degli anni 80 per tutto l’anno e in modo completamente sostenibile, dunque senza l’uso di combustibili fossili. L’edificio in questione ha 30 appartamenti (sei per piano), abitati da anziani, e un sistema di riscaldamento che ha sempre funzionato a olio combustibile, emettendo oltre 80 tonnellate di CO2 all’anno. Il problema principale da risolvere è il fatto per cui i radiatori, tipici degli edifici più vecchi, richiedono nei mesi più freddi temperature dell’acqua fino a 70°C, che le termopompe aria-acqua non possono generare per ragioni termodinamiche. La soluzione di Aem e Tes si basa sull’integrazione intelligente di tecnologie esistenti: due termopompe aria-acqua sul tetto dell’edificio e una termopompa acqua-acqua (anche denominata ‘booster’) nel seminterrato. In particolare, le due termopompe aria-acqua sul tetto funzionano a pieno carico per circa 8 mesi all’anno, a seconda delle temperature, senza utilizzare il ‘booster’, e forniscono acqua calda a 55°C. Quando le temperature esterne scendono sotto i 9°C, le termopompe aria-acqua non sono più in grado di fornire acqua calda alla giusta temperatura in modo efficiente. Pertanto, il "booster" viene attivato per portare l’acqua preriscaldata dalle termopompe sul tetto fino ai 70°C richiesti nei periodi più freddi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
7 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
9 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
9 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
10 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
11 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
11 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
12 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
Luganese
13 ore
Lugano, incendio boschivo sul monte Brè
Il rogo è stato segnalato all’altezza di via Pineta a Brè sopra Lugano verso mezzogiorno
Locarnese
16 ore
Tre milioni di franchi per combattere le neofite invasive
È la richiesta di credito formulata, attraverso il relativo messaggio, dal Municipio di Locarno, per una vera a propria strategia sull’arco di 10 anni
Locarnese
16 ore
Più passeggeri nel 2022 sul trenino bianco-azzurro e i bus
Le Fart hanno conosciuto un incremento dei viaggiatori su gomma e rotaia grazie anche al notevole potenziamento del trasporto pubblico regionale
© Regiopress, All rights reserved