laRegione
frastuono-da-traffico-a-lugano-in-arrivo-un-rumorometro
Ti-Press/Archivio
Tanto traffico, tanto rumore
25.03.22 - 18:40
Aggiornamento: 19:02

Frastuono da traffico a Lugano, in arrivo un ‘rumorometro’

Per limitare il rumore, la Città evoca la pavimentazione fonoassorbente, nuove zone a trenta chilometri orari e pensa a dati statistici più ‘concreti’

Stando a un recente studio della Banca cantonale zurighese, Lugano è la seconda città più rumorosa della Svizzera (dopo Ginevra), come rimediare? Per ridurre l’impatto fonico, la Città parla di pavimentazione fonoassorbente e nuove zone a trenta chilometri orari, per limitare il frastuono prodotto dalla mobilità privata. Rispetto al traffico, nella risposta del Municipio di Lugano all’interrogazione presentata dal gruppo Ppd, (primo firmatario Lorenzo Pianezzi), si legge che "il rumore può essere ridotto con misure quali la posa di asfalto fonoassorbente, l’uso di gomme silenziose, la riduzione della velocità, la mobilità elettrica nelle città e uno stile di guida adeguato". Se tutte queste misure fossero combinate e applicate in modo generalizzato, "la maggior parte della popolazione potrebbe essere protetta dal rumore stradale dannoso o molesto".

Uno studio per limitare la velocità

Intanto, a livello cantonale si sta procedendo sul territorio del Luganese alla posa di pavimentazione fonoassorbente sulle strade cantonali, sulla scorta di uno studio che ha analizzato gli assi viari, dal profilo dell’inquinamento fonico. Uno studio che "è stato fatto proprio anche dai servizi cittadini, che hanno introdotto le pavimentazioni fonoassorbenti per i cantieri in corso e quelli futuri (a via Adamini a Loreto, dove nel corso dell’estate 2022 sarà posato l’ultimo strato)". In questo momento, si legge nella risposta dell’esecutivo, la Città sta anche conducendo uno studio per l’introduzione di nuove zone 30. Nel focus ci sono in particolare le aree cittadine che per le loro caratteristiche residenziali o la presenza di punti di interesse (scuole, parchi eccetera) devono essere oggetto di un’analisi al fine di renderle più sicure. Non solo. Di recente, il Municipio ha aderito al progetto cantonale che prevede la posa di "rumorometri" sul territorio, dispositivi che forniscono dati statistici più concreti sui rumori generati dal traffico veicolare. E la Città sta pensando di dotarsi di un proprio "rumorometro".

Leggi anche:

Troppo rumore a Lugano, mettiamo i 30 km/h ovunque

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Giubiasco, tutto pronto per tornare all’asilo dopo il nubifragio
Poco più di un anno fa la Scuola dell’infanzia Palasio era stata invasa da acqua e fango. Lavori di ripristino conclusi in tempo e preventivo rispettato
Locarnese
3 ore
Uno spazio pubblico multifunzionale per Solduno
Area per manifestazioni e un autosilo. In pubblicazione il Piano particolareggiato; seguirà il concorso architettonico
Bellinzonese
3 ore
Il Municipio di Giornico dice sì all’aggregazione con Bodio
A maggioranza l’Esecutivo ha deciso di portare avanti una fusione ridotta rispetto al progetto Sassi Grossi abbandonato. Si attende la conferma di Bodio
Luganese
3 ore
Mai più sola, nuova associazione contro la violenza sulle donne
La presidente Deborah Magagna ci racconta il progetto di sostegno per le vittime. In programma un numero d’emergenza e sportelli nei Comuni
Locarnese
6 ore
Smottamento in Gambarogno: chiusa la strada per Indemini
Nottata tutto sommato tranquilla malgrado le forti precipitazioni. Ma una frana crea qualche disagio fra i Monti di Fosano e l’Alpe di Neggia
Locarnese
9 ore
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
9 ore
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica che introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’
Ticino
9 ore
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
17 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
19 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
© Regiopress, All rights reserved