laRegione
24.03.22 - 15:28
Aggiornamento: 16:03

‘Riguardami’, per un rispetto reciproco tra ciclisti e pedoni

La nuova campagna di sensibilizzazione è stata presentata lungo la pista ciclopedonale Muzzano-Collina d’Oro

riguardami-per-un-rispetto-reciproco-tra-ciclisti-e-pedoni
Ti-Press/Samuel Golay
Il logo di ‘Riguardami’

La pista ciclopedonale Muzzano-Collina d’Oro (Piodella) ha fatto da cornice al lancio di ‘Riguardami’, la nuova campagna di sensibilizzazione che invita ciclisti e pedoni al rispetto reciproco, ricordando come cortesia e attenzione siano necessarie per usufruire degli spazi ciclopedonali comuni con tranquillità e soddisfazione. All’inaugurazione ufficiale della pista – gli 1,2 chilometri che si snodano dalla zona della Piodella fino alla rotonda di Viglio sono stati costruiti tra giugno 2020 e luglio 2021 con un investimento di circa 2 milioni – erano presenti il Direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali, il Capoufficio della mobilità lenta e del supporto Tiziano Bonoli, la sindaca di Muzzano Verena Hochstrasser, il sindaco di Collina d’Oro Andrea Bernardazzi e il presidente della Commissione regionale dei trasporti del Luganese Filippo Lombardi.

Una convivenza non facile

In merito alla campagna di sensibilizzazione, i partecipanti hanno sottolineato come non sempre la convivenza tra pedoni e ciclisti (o con mezzi simili, come i monopattini) è semplice, soprattutto su quelle tratte dove per motivi di spazio non è possibile stabilire una netta separazione tra categorie di utenza. ‘Riguardami’ ha l’obiettivo si rammentare come cortesia e attenzione reciproca siano vantaggiosi per tutti nell’usufruire con soddisfazione e sicurezza gli spazi condivisi. Sulle tratte cantonali segnalate come sensibili, sono state riprodotte sull’asfalto delle grafiche raffiguranti il logo di ‘Riguardami’, accompagnate da una cartellonistica verticale riportante alcune regole di ‘bon ton’ ciclopedonale. Promossa in collaborazione con i principali partner del settore, la campagna proseguirà nei prossimi anni.

Cresce la mobilità in bicicletta

L’incontro è stata anche l’occasione per fare il punto sugli spostamenti lenti. In Ticino si è passati da una quota del 5% nel 2019 a una del 6% nel 2020 sul totale dei movimenti delle persone. Solo nel Luganese, il 2021 è coinciso con un aumento generalizzato dei passaggi in bicicletta con punte fino a 22’000 passaggi mensili tra Agno e Magliaso e fino al 40% in più rispetto all’anno precedente. La regione del Luganese, in particolare, è stata interprete di diversi interventi pianificati tramite il Piano di viabilità del Polo (Pvp) e i Programmi d’agglomerato del Luganese (Pal): tra questi la pista ciclopedonale della Piodella, la passerella sul Riana fra Agno e Bioggio e il percorso sul sedime del vecchio tram Lugano-Cadro-Dino, completati nel 2021. Entro fine 2022 verrà inoltre avviato il cantiere del Ponte Spada fra Dino e Tesserete.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili
Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Luganese
4 ore
Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo
Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
6 ore
‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’
Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
6 ore
Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione
In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
7 ore
‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’
Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Ticino
8 ore
Non cambia l’età limite per restare in Magistratura: 70 anni
La commissione parlamentare ‘Giustizia e diritti’ silura la proposta di Filippini di scendere a 68. La democentrista ritira l’iniziativa
Ticino
8 ore
Docenti, ne mancano di tedesco e matematica
Presentata l’offerta formativa per l’anno 2023/24. Bertoli: ‘In Ticino la copertura è comunque sufficiente, non come in altre regioni della Svizzera’
Bellinzonese
9 ore
Archeologia, antiche ricchezze dissotterrate a Giubiasco
Aperto uno dei quattro tumuli venuti alla luce in un cantiere tra viale 1814 e via Ferriere: ritrovati orecchini, fibule, un pugnale e un’urna funeraria
Bellinzonese
12 ore
Due condanne in tribunale per il ‘caso targhe’
Inflitti 14 mesi con la condizionale all’ex funzionario della Sezione della circolazione, reo confesso. Dieci mesi all’assicuratore
Locarnese
13 ore
Influenza aviaria in un cigno nel Locarnese
Si tratta del secondo caso in Svizzera dopo quello in un’azienda a Zurigo. Il virus si trasmette all’uomo solo in casi rari e per contatto stretto
© Regiopress, All rights reserved