laRegione
23.03.22 - 15:27

Tentata rapina in via Nassa, condannati due dei ‘Pink Panther’

I due componenti della banda balcanica conosciuta per le rapine ‘spettacolari’ erano stati arrestati a Pregassona nel 2018 prima che passassero all’azione

Ats, a cura di Marco Narzisi
tentata-rapina-in-via-nassa-condannati-due-dei-pink-panther
Foto lettore
Un’immagine dell’operazione di polizia del febbraio 2018 a Pregassona

Due membri della banda balcanica di rapinatori denominata "Pink Panther" sono stati condannati oggi dal Tribunale cantonale di Zurigo a rispettivamente sette anni e mezzo e sei anni di reclusione. Sono colpevoli principalmente di tentata rapina.

Gli imputati avevano preparato un piano dettagliato per rapinare una o più gioiellerie in Via Nassa a Lugano, come pure a Gstaad (Be). Erano però stati arrestati nel febbraio del 2018 a Pregassona prima di poter passare all’azione, dopo essere stati sorvegliati per mesi dalla polizia.

Oltre alla detenzione sono state decise pene pecuniarie di rispettivamente 80 aliquote giornaliere da 30 franchi e 55 aliquote da 30 franchi, quest’ultima sospesa con la condizionale. Contro i due cittadini serbi sono state anche decretate espulsioni dalla Svizzera di 15 e 10 anni. Uno dei due imputati è stato condannato pure per infrazione della legge sulle armi.

Entrambi si trovano in detenzione preventiva dal febbraio 2018 e hanno quindi già scontato buona parte della condanna. La sentenza non è ancora definitiva e può essere impugnata davanti al Tribunale federale.

Il 44enne e il 45enne avevano fatto ricorso contro una prima sentenza del tribunale distrettuale, ma le pene inflitte sono state confermate. Le motivazioni non sono ancora state pubblicate.

La pantera rosa

Per anni la banda formata da ex militari dei Balcani ha compiuto, in diverse formazioni, rapine spettacolari in gioiellerie di tutto il mondo. Caratteristica è la preparazione meticolosa dei colpi e la loro rapida attuazione in piccoli gruppi, in cui ognuno ha un ruolo preciso.

Il nome "Pink Panther" fu affibbiato dagli inquirenti inglesi in seguito a un colpo messo a segno nel 2003 a Londra: i poliziotti di Sua Maestà trovarono una pietra preziosa nascosta in una confezione di crema per il viso, proprio come nel film "La pantera rosa" del 1963. Il nome sembra piacere agli stessi rapinatori, che in alcuni casi hanno indossato delle camicie di color rosa durante le rapine.

In alcuni colpi sono riusciti a racimolare un bottino consistente. Nel 2009, hanno rubato a Dubai gioielli e orologi per un valore equivalente a circa undici milioni di franchi. In una rapina del 2016 a Zurigo sono fuggiti con una refurtiva di circa un milione di franchi.

Leggi anche:

Sventata rapina in gioielleria dei Pink Panthers: 4 arresti

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarno
3 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
5 ore
‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’
A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
5 ore
Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni
Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
gallery
Mendrisiotto
6 ore
Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso
L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
6 ore
Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave
L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Ticino
7 ore
Fotovoltaico su autostrada e ferrovia: ‘L’interesse è forte’
Il primo lotto messo a concorso dall’Ustra ha avuto un grande interesse, con oltre 300 richieste da 35 aziende. Il potenziale resta però limitato
Luganese
7 ore
Bioggio, in mostra la rivoluzione di ArtByFrask
Nella casa comunale verrà allestita l’esposizione di Andrea Fraschina, pittore ispirato dalle culture underground e dall’energia della filosofia punk
Lavizzara
9 ore
Centro di scultura, c’è l’appoggio ma anche una ‘minaccia’
Il Consiglio comunale accoglie, al termine di una seduta un tantino movimentata, il credito a favore di questa istituzione; ma tira aria di referendum
Chiasso
12 ore
Interrogazione al Municipio sulla vicenda del pianista ucraino
Il consigliere comunale Marco Ferrazzini (Us-Verdi-Indipendenti) chiede lumi sulla sostituzione dell’artista da parte dell’Osi
Campione d’Italia
13 ore
È vicina la vendita di uno degli stabili di proprietà comunale
Sarà probabilmente l’immobile che ospitava gli uffici della polizia dell’enclave
© Regiopress, All rights reserved