laRegione
11.03.22 - 19:17
Aggiornamento: 13.03.22 - 18:15

Lugano, risse e droga al Ciani: la Città che fa?

Un’interrogazione, primo firmatario Paolo Toscanelli (Plr), chiede, fra l’altro, di valutare una sistemazione alternativa per i tossicodipendenti

lugano-risse-e-droga-al-ciani-la-citta-che-fa
Ti-Press
‘Ristabilire la serenità della popolazione’

Spinge a ‘ripulire’ il parco Ciani di Lugano, l’ultima interrogazione interpartitica – primo firmatario: Paolo Toscanelli (Plr) – consegnata alla cancelleria comunale. Ripulire da cosa? Dagli episodi di violenza giovanile e dai tossicodipendenti. Per quanto riguarda i primi, Toscanelli ne cita uno che sarebbe capitato il 19 febbraio scorso: uno scontro fra due giovani sarebbe degenerato in una rissa fra gruppi, sedata dall’intervento degli agenti di polizia. "In pieno giorno e sotto gli sguardi increduli dei frequentatori del parco" evidenzia il consigliere. Fra i presenti, molti bambini, in quanto l’episodio sarebbe avvenuto vicino alla nota area giochi prima della Foce. A contribuire a peggiorare il clima nel parco ci sarebbe la presenza di tossicodipendenti fra l’ingresso di piazza Castello e i bagni del parco: "Negli ultimi anni un tratto ben frequentato da famiglie e turisti si è ritrovato quasi deserto nonostante la grande affluenza di persone nel resto del comparto".

L’interrogazione chiede pertanto al Municipio cosa fare per migliorare la sicurezza e l’immagine del più grande parco cittadino. In particolare, per la questione relativa alla droga, si domanda di valutare una sistemazione alternativa e protetta per i tossicodipendenti. Per gli autori di violenza nei confronti degli agenti, si chiede invece di considerare azioni legali più pesanti o quantomeno aumentare la presenza di agenti all’interno del parco.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
39 min
Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani
La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Ticino
3 ore
Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie
Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
Locarnese
4 ore
Ascona-Locarno nella top 20 delle mete turistiche
A livello europeo le due località sul Verbano si contenderanno l’ambito riconoscimento attribuito da ‘EuropeanBestDestinations’ per il 2023
Bellinzonese
4 ore
Decolla quest’anno la Via Francisca del Lucomagno
Pronto il tratto ticinese del percorso storico fra Costanza e Pavia: in primavera la posa della segnaletica fino a Ponte Tresa
Mendrisiotto
4 ore
Dopo lo strappo di Cerutti, ‘nel Plr non faremo gli struzzi’
La mossa del municipale spiazza i vertici del partito a vari livelli. Speziali: ‘Deve essere un punto di ripartenza’
Luganese
6 ore
Convento Salita dei Frati: spazi formativi firmati Mario Botta
Scaduta ieri la pubblicazione della domanda di costruzione per il restauro e l’edificazione di nuove aree (interrate) nel prezioso comparto seicentesco
Ticino
6 ore
Ragazze e scienza, ‘per scelte formative libere da pregiudizi’
Una serata gratuita promossa dal Cantone per contribuire ad abbattere gli ancora numerosi stereotipi di genere nel mondo scientifico e tecnico
Ticino
9 ore
Energia, il governo ai comuni: ‘La situazione è ancora tesa’
Il quadro attuale è ‘rassicurante’, ma il Consiglio di Stato invita sindaci e municipali a mantenere i provvedimenti che permettono di abbassare i consumi
Gallery
Bellinzonese
9 ore
Da cent’anni punto d’aggregazione di Faido: l’Osteria Marisa
Inizialmente screditata poiché ragazza madre, l’attività di Luigina Bellecini ha continuato a prosperare grazie alle future generazioni tutte al femminile
Locarno
16 ore
Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’
La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
© Regiopress, All rights reserved