laRegione
06.03.22 - 16:35
Aggiornamento: 17:33

Trasporto pubblico a Lugano, il Municipio boccia il Buxi

Nonostante il voto del legislativo, la Città rinuncia alla rete complementare di collegamento e non verrà ripristinato nemmeno il ‘Nottambus’

trasporto-pubblico-a-lugano-il-municipio-boccia-il-buxi
Ti-Press
Uno dei bus di linea della Tpl in partenza dalla stazione (Ffs)

Il potenziamento del trasporto pubblico locale, il cui costo è stimato in 710‘000 franchi all’anno, è previsto per le linee 10,15 e 16 della Trasporti pubblici luganesi Sa (Tpl) e della linea 19 delle Autolinee regionali luganesi Sa (Arl). Un servizio serale di tipo Buxi (un trasporto complementare alla rete di collegamento dei mezzi pubblici organizzato con le compagnie taxi e offerto a prezzi accessibili) dalle 20 alle 22.15, per le linee Tpl 17 (Park & Ride Fornaci - Senago Scuole Fano) e 18 (P&R Fornaci - Scairolo) costerebbe invece 150’000 franchi all’anno. Alla luce dei risultati "della sperimentazione attuata a Pazzallo e gli esiti dello studio sul trasporto pubblico e i prospettati potenziamenti, non si ritiene sostenibile l’implementazione dei sistemi ‘Taxipub’ e Buxi". Ha risposto così il Municipio di Lugano all’interrogazione presentata dalla sinistra (primo firmatario il consigliere comunale del Pc Edoardo Cappelletti) tramite la quale sono state chieste spiegazioni in merito ai ritardi nell’introduzione del modello di servizio Buxi come previsto dal dispositivo di voto approvato dal legislativo nel 2019.

Secondo l‘esecutivo, "potenziamenti avvenuti e quelli previsti a fine 2022 hanno uniformato e uniformeranno l’offerta anche nella fascia serale-notturna, garantendo collegamenti tutti i giorni della settimana fino alla mezzanotte. Non si ritiene per contro di dover ulteriormente prevedere collegamenti speciali e soggetti anche a disparità di trattamento all’interno del territorio cittadino". L’Esecutivo non ritiene necessario il ripristino del ’Nottambus’, servizio soppresso nel 2015. Per quali motivi? "L’offerta di trasporto pubblico è stata continuamente adattata e in particolare potenziata con la ristrutturazione del dicembre 2020 in concomitanza dell’apertura della Galleria di base del Ceneri", si legge nella risposta all’atto parlamentare che propone una lunga lista di linee potenziate nel frattempo, annunciando "un ampliamento delle linee Tpl 10, 15 e 16 e della linea Arl 19.

Non c‘è stato il riscontro attesto nemmeno riguardo al servizio ’Taxipub’, sperimentato lungo via dei Faggi in sostituzione della tratta Castellana-Carzo a Pazzallo, nel 2018, durante la ristrutturazione delle vecchia libnea 8 della Tpl. Il Municipio di Lugano riferisce che, anche dopo l’adattamento richiesto dalla commissione di quartiere il servizio (per il quale occorreva prenotare tramite la centrale taxi con un anticipo di 20 minuti) non ha mai registrato un utilizzo. Pertanto, la sperimentazione è verosimilmente destinata a essere interrotta a fine nno, scrive il Municipio.

Leggi anche:

Lugano, ‘a che punto siamo con il servizio Buxi?’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
10 min
Capanna Cremorasco pronta per la primavera
I lavori di ammodernamento dello stabile del patriziato di Camorino sono quasi terminati. Inaugurazione prevista il 4 giugno
Ticino
5 ore
Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze
L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
5 ore
‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete
I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Ticino
12 ore
Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile
Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
13 ore
Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’
Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
15 ore
Per la Stranociada un successo… incontenibile
Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
17 ore
Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito
Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
18 ore
Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’
Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
20 ore
Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla
Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Locarnese
1 gior
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
© Regiopress, All rights reserved