laRegione
04.03.22 - 19:04
Aggiornamento: 19:58

Pestaggio e sequestro di un 18enne, si torna in aula penale

Atteso almeno un ricorso in Appello contro la sentenza pronunciata da Amos Pagnamenta nei confronti del ‘branco’. Anche l’accusa ci sta pensando

pestaggio-e-sequestro-di-un-18enne-si-torna-in-aula-penale
Ti-Press/Archivio
Il caso, senza precedenti per le spedizioni punitive, ha ha scosso l’opinione pubblica

Si tornerà a dibattere in un’aula penale delle spedizioni punitive e del pestaggio messo in atto da sei giovani nei confronti di un 18enne del Mendrisiotto per futili motivi. Contro la sentenza pronunciata dal presidente della Corte delle assise Criminali di Lugano Amos Pagnamenta la settimana scorsa, ci sarà quasi sicuramente almeno un ricorso. Però, anche la procuratrice pubblica Valentina Tuoni ci sta pensando, visto che ha formalmente richiesto le motivazioni del verdetto. Questo passo formale è stato compiuto pure dall’avvocato Stefano Camponovo che ci ha confermato l’intenzione di contestare la condanna nei confronti del suo assistito in sede di Appello. Il legale, lo ricordiamo, ha difeso uno dei sei giovani che aveva aggredito e picchiato a più riprese il 18enne. Al 22enne apprendista di origini rumene, il giudice e la Corte hanno inflitto una pena di cinque anni di carcere, con tanto di espulsione dalla Svizzera per un periodo di sette anni. Una pena peraltro ridotta di parecchio, rispetto alla richiesta formulata nella requisitoria dalla pubblica accusa che, nei confronti dell’apprendista rumeno, aveva proposto otto anni di reclusione più l’espulsione dal Paese per un periodo di ben 10 anni. Anche gli altri avvocati difensori dei cinque condannati stanno valutando se presentare, a loro volta, richiesta delle motivazioni della sentenza di primo grado. I fatti raccapriccianti ripercorsi nel processo sono avvenuti, lo ricordiamo, fra il mese di dicembre del 2020 e il gennaio dell’anno scorso, quando, a causa di un debito di droga, l’allora 18enne era stato persino sequestrato (in due occasioni) dalla banda, che si era spinta fino a richiedere il riscatto al padre.

Leggi anche:

Aggressione al 18enne: ‘Tutti colpevoli di tentato omicidio’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
3 ore
Sbanda e centra la Giudicatura di pace
Singolare incidente della circolazione in territorio di San Nazzaro. Ingenti danni alla vettura e allo stabile
Locarnese
3 ore
Muralto: il futuro di via della Stazione si chiama ‘Urbania’
La Renzetti Properties Sa conferma punto per punto i dettagli del progetto per il fronte urbano del comparto che ospita il Grand Hotel
Bellinzonese
5 ore
Nuovo giallo a Bellinzona sulle orme della Banda dei Cedri
Sabato 3 dicembre nella sala del Consiglio comunale Gionata Bernasconi e Lietta Santinelli presenteranno il loro romanzo per ragazzi
Ticino
8 ore
Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’
Il presidente del Plr sull‘ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ’Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Locarnese
8 ore
Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino
Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
8 ore
Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo
Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
Ticino
16 ore
‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’
Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
16 ore
Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile
Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
17 ore
Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo
I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
17 ore
Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino
Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
© Regiopress, All rights reserved