laRegione
03.03.22 - 11:57
Aggiornamento: 17:22

Besso, addio ai Giardinetti e ai due faggi piangenti

Tagliate le due maestose piante dell’oasi verde che sparirà per far posto a una nuova piazzetta e al futuro accesso al sottopasso della stazione Ffs

besso-addio-ai-giardinetti-e-ai-due-faggi-piangenti
Alfonso Reggiani
Ecco quel che resta delle due maestose piante

Sono stati inesorabilmente tagliati nei giorni scorsi i due Fagus sylvatica ‘Pendula’ dei Giardinetti di Besso. Nonostante la battaglia intrapresa da Clea, una bambina di dieci anni residente nel quartiere che aveva scritto al sindaco di Lugano e al Dipartimento del territorio, una petizione lanciata da ‘Besso Pulita!’ sottoscritta da 1’826 persone e vari atti parlamentari, l’oasi verde vicino alla Stazione Ffs è stata cancellata. Il parchetto è stato sacrificato per lasciare il posto alla nuova piazzetta e all’accesso per il nuovo sottopassaggio previsti dal progetto Tram-Treno. Il cantiere è stato avviato nei mesi scorsi e sta trasformando l’area. Il salvataggio delle due maestose piante non è stato possibile, stando alla versione riportata dalle autorità, "causa di insormontabili difficoltà tecniche e della scarsa probabilità di una loro sopravvivenza". Ma soprattutto perché, in corrispondenza del luogo nel quale c’erano i due alberi "sono previsti la scala di uscita e i due ascensori del nuovo sottopasso e, inoltre, in futuro, sarebbero anche in conflitto con il previsto nuovo terminal bus e i nuovi percorsi viari e per la mobilità lenta".

Leggi anche:

L’appello di Clea sotto i faggi ‘piangenti’ dei Giardinetti

Verdi Lugano: ‘Salviamo i giardinetti di Besso’

Besso: a breve i lavori per il parco temporaneo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
42 min
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
43 min
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
Ticino
52 min
Furti e brutte sorprese natalizie, anche quest’anno c’è Prevena
La Polizia cantonale lancia l’operazione di sensibilizzazione contro borseggi e rapine in casa nel periodo natalizio, con uno sguardo alle truffe online
Locarnese
1 ora
Anziana investita sulle strisce pedonali a Solduno, è grave
L’incidente questa mattina a Solduno in via Vallemaggia: vittima un’89enne della regione investita da una 52enne che circolava verso la Valle Maggia
Locarnese
1 ora
Hildebrand, il dottor Paolo Rossi nominato co-primario
Lo ha nominato il Consiglio di Fondazione della Clinica riabilitativa brissaghese.Affianca il dottor Ruggieri, che nel 2024 raggiungerà il pensionamento
Grigioni
1 ora
Monticelli rinuncia alla sfida, Giudicetti sindaco di Lostallo
Il miglior eletto nell’elezione del Municipio non si è messo a disposizione per la carica, che resta quindi all’uscente in sella dal 1993
Bellinzonese
2 ore
Anche a Campra si scia: piste aperte da giovedì 8
Gli appassionati dello sci di fondo potranno utilizzare 15 chilometri di percorsi blu e rossi
Bellinzonese
2 ore
Restaurato l’orologio della chiesa parrocchiale di Biasca
I lavori si sono conclusi recentemente e sono costati circa 16mila franchi. Una cifra che è stata completamente coperta grazie alle offerte pervenute
Mendrisiotto
2 ore
I treni Intercity devono fermarsi anche nel Mendrisiotto
Il Consiglio degli Stati ha approvato tacitamente una mozione del Nazionale per l’inserimento della regione nella rete dei treni a lunga percorrenza
Locarnese
4 ore
Locarno-Timisoara, fra i nativi digitali l’amicizia è concreta
Tappa romena del gemellaggio fra classi di informatici, nato nell’ambito del progetto ‘La scuola al centro del villaggio’ promosso dal Cpt/Spai
© Regiopress, All rights reserved