laRegione
02.03.22 - 14:50
Aggiornamento: 17:53

Tavolo tecnico-istituzionale sulla sanità a Campione

Il sindaco Canesi: ‘Preservare le peculiarità dell’assistenza sanitaria è l’impegno prioritario dell’Amministrazione’

tavolo-tecnico-istituzionale-sulla-sanita-a-campione
archivio Ti-Press
Attesa la convocazione della prima riunione

"Preservare le peculiarità dell’assistenza sanitaria campionese e continuare a offrire ai cittadini risposte adeguate alle esigenze di tutela della salute è l’impegno prioritario dell’Amministrazione comunale di Campione d’Italia". Sono queste le parole utilizzate dal sindaco Roberto Canesi a seguito del ritorno al tavolo tecnico-istituzionale italo-svizzero dell’assistenza sanitaria nel comune. L’amministrazione, si legge in una nota, "è prontamente intervenuta proponendo un ricorso cautelativo al Tar e contestualmente avviando una proficua interlocuzione su più livelli, sia con Regione Lombardia, sia con Ats Insubria". Questo ha portato "all’importante decisione condivisa di costituire un apposito tavolo tecnico-istituzionale, italo-svizzero, attorno al quale far sedere tutti gli attori coinvolti nell’organizzazione dell’assistenza sanitaria campionese perché venga individuata una soluzione operativa che, pur nel rispetto delle prescrizioni nazionali e regionali in materia, tenga in debito conto le peculiarità dell’enclave e le difficoltà nell’erogazione di ogni servizio pubblico".

Le parti interessate – Regione Lombardia, Comune e autorità svizzere – sono in attesa della convocazione della prima riunione. "Sono certo di poter affermare che, entro i termini indicati nella delibera della Giunta, Regione Lombardia assumerà i provvedimenti necessari per differire la decisione finale in merito all’assistenza sanitaria a Campione d’Italia all’esito dei lavori del tavolo tecnico-istituzionale sul quale l’Amministrazione comunale produrrà tutte le istanze provenienti dalla comunità campionese".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Ticino Manufacturing lascia Tisin e si adegua al salario minimo
L’associazione annuncia di aver sciolto il contratto con il ‘sindacato’ e di aver ritirato il ricorso contro la decisione dell’Ispettorato del lavoro
Locarnese
3 ore
Troppi supermercati e troppo traffico in quel di Losone?
Attraverso un’interpellanza Mario Tramèr (il Centro) chiede al Municipio se e come potrebbe il Comune limitare l’insediamento di nuove attività simili
Ticino
5 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
5 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
8 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
8 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
15 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
17 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
18 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
19 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
© Regiopress, All rights reserved