laRegione
vietato-girare-le-voci-di-spesa
Ti-Press
Luganese
25.02.22 - 16:04
Aggiornamento: 16:25

Vietato ‘girare’ le voci di spesa

Respinto il ricorso di una società esclusa da appalto dell’Ustra

Trasporre i costi da una ‘voce’ all’altra del preventivo è motivo valido per escludere un concorrente dalla gara di appalto. Questo almeno si desume leggendo la sentenza del Tribunale amministrativo federale, relativa a un appalto legato al rifacimento dell’autostrada nella zona di Lugano Nord, tra la galleria di Collina d’Oro e Lamone. Si trattava di eseguire prove su materiali, sul cantiere e in laboratorio. Miscele bituminose, strati di fondazione, malte e calcestruzzi. Tre le ditte partecipanti, tra le quali una società bellinzonese esclusa per aver presentato un’offerta non conforme relativamente alle voci di spesa. Da qui il suo ricorso, contro l’Ufficio federale delle strade (Ustra) e l’odierna sentenza, che lo respinge. La gara di appalto comprendeva circa 170 di queste voci di spesa; la ditta in questione ha offerto 43 posizioni al prezzo simbolico di 1 franco, e altre 64 posizioni al prezzo ancora più simbolico di 5 centesimi. Costi che tuttavia sono stati ‘traslati’ su altre voci. Faccenda un po’ da contabili, ma "Appare evidente – scrive il tribunale – che il modo di agire della ricorrente si discosti dal principio di pattuizione dei prezzi a prezzi unitari secondo il capitolato, non permettendo di conseguenza una valutazione ragionevole del rapporto prezzo-prestazioni, rendendo difficile e impossibile un confronto delle offerte". La ricorrente deve inoltre sopportare la tassa di giustizia di 4mila franchi. Quanto al concorso, è poi stato attribuito a una società del Luganese per un importo di 2,1 milioni di franchi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
appalto ricorso spesa ustra voci
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
53 min
‘Parto in cella, caso gestito in maniera professionale’
La commissione parlamentare dopo le verifiche: ‘L’intervento del personale di custodia e sanitario è stato immediato. La donna mai lasciata sola’
Mendrisiotto
57 min
Morbio Inferiore sonda il terreno per creare un asilo nido
Il Municipio invia un questionario ai cittadini tra i 25 e i 45 anni per valutare l’idea di aprire una struttura a pagamento nel Comune
Ticino
2 ore
Falsi operatori Caritas in cerca di fondi per l’Ucraina
Diverse le segnalazioni di sedicenti operatori dell’associazione che cercano di approfittare della generosità della popolazione
Ticino
3 ore
Livelli nelle Medie, i perché degli ottomila ‘no’
Consegnate in Cancelleria di Stato le firme per chiederne l’abolizione. Gli iniziativisti mirano a ‘una scuola dell’obbligo con più giustizia sociale’
Luganese
4 ore
Bocciato all’esame svizzero di maturità, ricorre ma perde
Il Tribunale federale respinge il ricorso di uno studente che ha spiegato di soffrire di ansia da esame denunciando arbitrarietà e insensibilità
Bellinzonese
5 ore
‘Via appartamenti e negozi’ dal Quartiere Officine di Bellinzona
Le osservazioni del gruppo Verdi/Mps/Fa sulla variante di Pr: ‘Puntare sui soli contenuti lavorativi, formativi, di ricerca e culturali’
Ticino
5 ore
Dalla Goliardia alla Supsi, gli studenti ‘ritrovano la voce’
Dopo anni di assenza il Ticino torna ad avere una sua rappresentanza all’Unione svizzera degli universitari. ‘Il problema è trovare continuità’
Luganese
5 ore
Stilata la Dichiarazione di Lugano con sette principi
Secondo e ultimo giorno del convegno in riva al Ceresio. Segui il live della conferenza stampa conclusiva
Bellinzonese
6 ore
La Capanna Gesero alla Biscia e nuovi orizzonti
Il 2 luglio è stata inaugurata la nuova struttura della sezione Utoe di Bellinzona. Clericetti: ‘Una tendenza da sfruttare nella nostra regione’
Luganese
7 ore
Urc 2022, è il giorno della ‘Dichiarazione di Lugano’
Al via la seconda giornata della Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina. A fine mattina prevista la firma dell’accordo finale
© Regiopress, All rights reserved