laRegione
15.02.22 - 17:43

Lugano, concessa la quota residenziale a Cornaredo

Approvate le varianti di Pr del nuovo quartiere e del comparto che ospiterà il Polo sportivo e degli eventi. La Croce Verde può ampliarsi verso nord

lugano-concessa-la-quota-residenziale-a-cornaredo
Via libera dal governo cantonale per le residenze del Pse

Via libera all’introduzione di alcune quote residenziali in zone che non le prevedevano: nel Nuovo quartiere di Cornaredo e nel comparto di Cornaredo, dove cambia così la destinazione pianificatoria che ora consente la realizzazione del Polo sportivo e degli eventi (e la sua parte residenziale, finora non ammessa), il cui progetto è stato votato dalla maggioranza dei cittadini lo scorso novembre in occasione del referendum. La decisione, pubblicata sul Foglio ufficiale di oggi dal Consiglio di Stato, era attesa da tempo dalla Città di Lugano ed è depositata, a disposizione delle parti, nelle Cancellerie comunali di Lugano, Porza e Canobbio fino a decorrenza del termine di ricorso. Contro la risoluzione governativa può essere inoltrato un ricorso al Tribunale amministrativo cantonale (Tram).

Due ricorsi ritenuti irricevibili

Nell’approvare le varianti di fase 2 del Piano regolatore intercomunale del Nuovo quartiere di Cornaredo, il governo cantonale ha anche respinto due ricorsi e concesso alla Croce Verde la base pianificatoria per poter ampliare la propria sede di Pregassona verso nord. Un ricorso è stato presentato dalla Società ticinese per l’arte e la natura (Stan) che ha contestato il complesso delle varianti ritenute troppo invasive, l’altro è stato inoltrato da due proprietari: le Ail Sa (società partecipata detenuta al 100 per cento dalla Città di Lugano) e un’azienda privata che chiedeva di poter beneficiare di un aumento della quota residenziale. Entrambi i ricorsi sono stati ritenuti irricevibili dal Consiglio di Stato. La decisione governativa comprende pure alcune modifiche d’ufficio, tra le quali spicca quella relativa ai posteggi delle future costruzioni: ebbene, il fabbisogno di posti auto è stato ridotto del 50 per cento rispetto a quanto autorizzato finora.

Leggi anche:

Lugano dice ‘sì’ al Polo sportivo e degli eventi (Pse)

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
20 min
‘Aumento allucinante, diverse famiglie si indebiteranno’
Durisch (Ps): cassa malati unica pubblica da riproporre. Il Plr: livelli insopportabili, ecco dove agire. La Lega: sconcerto e rabbia. I Verdi: più aiuti
Luganese
20 min
Direttore arrestato, le famiglie: ‘Non siamo stati capiti’
Faccia a faccia molto animato, martedì sera, alla scuola media del Luganese fra genitori e autorità scolastiche e Decs. Critiche a Bertoli
Ticino
6 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
11 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
11 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
11 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
12 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
13 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
13 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
14 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
© Regiopress, All rights reserved