laRegione
10.02.22 - 16:18
Aggiornamento: 17:21

Lugano, mobbing nel Club pattinaggio: verso il richiamo

Lo dice, seppur indirettamente, una nota diffusa dal comitato del sodalizio, riunitosi ieri sera per discutere delle accuse a carico di due allenatori

lugano-mobbing-nel-club-pattinaggio-verso-il-richiamo
Ti-Press/Archivio
Disagio sul ghiaccio

I due allenatori del Club pattinaggio di Lugano (Cpl) accusati di mobbing saranno formalmente richiamati. Questo almeno è quanto si desume da una nota inoltrata oggi dal comitato della società, riunitosi ieri sera per discutere delle pesanti accuse mosse dalle famiglie di due atlete e sostenute da una sentenza del Tribunale arbitrale della Swiss Ice Skating (Sis), la Federazione svizzera di pattinaggio sul ghiaccio. “Il comitato del Club pattinaggio Lugano ha già tematizzato le stesse (accuse delle famiglie e raccomandazioni della federazione, ndr) – si legge nel comunicato – e sta procedendo con quanto di sua competenza, dando seguito alle indicazioni ricevute”.

Quella e-mail: si sapeva già da prima?

Il club non lo dice in maniera diretta quindi, ma siccome nella sentenza la Sis raccomandava di richiamare i due allenatori e uno dei due in particolar modo in forma scritta, dati i comportamenti umilianti e offensivi verificatisi nei confronti delle atlete. Comportamenti che, ricordiamo, hanno portato all’abbandono del club da parte delle due giovani talentuose. Più di così il comitato non dice sul caso specifico, aggiungendo che “al momento, per rispetto delle parti in causa e tenuto conto del ruolo del comitato e degli obblighi legali che incombono allo stesso, certi della comprensione, non verranno rilasciate ulteriori comunicazioni”. Infatti, non siamo riusciti a raggiungere la presidente Fausta Alberti affinché potesse chiarirci la deduzione alla quale siamo arrivati. Alberti che, ieri, ha detto alla ‘Regione’ di non aver mai sentito parlare precedentemente alle segnalazioni di mobbing o maltrattamenti. Tuttavia, il portale Liberatv – che per primo ha riferito della storia – sostiene che vi sarebbe un’e-mail di diversi mesi fa nella quale una delle atlete scrive alla presidente del proprio disagio.

‘Benessere di atleti e collaboratori elemento cardine’

Intanto, nella propria nota, il comitato sottolinea che, “essendo il benessere degli atleti e dei collaboratori elemento cardine dell’attività sportiva svolta in seno al club, ogni e qualsiasi spunto volto a perseguire al meglio tale scopo viene valutato e preso in considerazione con la massima attenzione. Per il comitato il rispetto della Carta etica di Swiss Olympic e del Codice di condotta di Swiss Ice Skating rimane prioritario, nell’assoluto ed esclusivo interesse degli atleti e della loro crescita sportiva e personale”. Sulla vicenda, ricordiamo, vuole vederci più chiaro anche il Municipio di Lugano, al quale si sono rivolte le famiglie e che ha chiesto un rapporto scritto al Cpl.

Leggi anche:

‘Comportamenti offensivi e umilianti’ nel pattinaggio

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
4 ore
Servizi culturali, pubblicato il nuovo bando per la Direzione
Locarno cerca una figura ‘in grado di ridisegnare coerentemente e in maniera funzionale ed efficace la struttura’, ed elaborarne la gestione ideale
Locarnese
4 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
5 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
6 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
Locarnese
6 ore
Traffico e spaccio di cocaina nel Locarnese: inchiesta chiusa
L’inchiesta ha permesso di determinare un traffico di droga tra l’Italia, il Ticino e altri cantoni della Svizzera interna
Bellinzonese
6 ore
Prato Leventina, campo da calcio distrutto: è denuncia
Lo ha fatto sapere il municipale Sergio Sartore dopo il grave atto di vandalismo avvenuto fra venerdì e sabato: ‘Mi piange il cuore’
Ticino
9 ore
Cadono le foglie, a Novaggio e Airolo cresce il Pedibus
Nate due nuove linee dell’iniziativa che incentiva la trasferta casa-scuola a piedi di bambini accompagnati e in compagnia
Locarnese
11 ore
Pila: ‘Niente funivia, niente tasse d’uso e consumo’
A chiederlo al Municipio è una raccolta firme sottoscritta da 90 proprietari di abitazioni e frequentatori della frazione centovallina. L’impianto è fermo
Bellinzonese
11 ore
Dalla paura nei rifugi alla motivazione negli spogliatoi dei Gdt
L’impegno della società turrita ha portato a offrire a giovani hockeisti ucraini l’opportunità di venire in Svizzera e giocare a Bellinzona
© Regiopress, All rights reserved