laRegione
Luganese
30.01.22 - 16:09

Al via il recupero della selva di Bedano

Rinnovamento del patrimonio arboreo e maggiore fruibilità per i residenti

al-via-il-recupero-della-selva-di-bedano

Il 28 di febbraio il Patriziato di Bedano, darà avvio ai lavori forestali per il ripristino della selva castanile Ciöss Castegna per un investimento complessivo di 288’000 franchi in due distinte zone del bosco.

Il progetto definitivo è stato elaborato, su mandato del Patriziato, dall’azienda EcoControl Sa di Lugano e i lavori sono stati assegnati all’azienda forestale Afor Schuler di Magadino, vincitrice della gara d’appalto. Nel maggio 2018 l’Ufficio patriziale diede inizio allo studio preliminare per il progetto di recupero di alcune selve castanili, e col supporto della Sezione forestale 5° Circondario di Muzzano è stato possibile portare a termine il progetto preliminare e iniziare l’iter per l’ottenimento di sussidi, cui hanno confermato il loro contributo: Sezione forestale 50%, Fondo Svizzero Paesaggio 9,2 %, Comune Bedano 10,42 %, Fondo gestione territorio 10,42 %, Ente regionale sviluppo Luganese 9,98 %. Il costo residuo per il Patriziato al netto dei sussidi risulta essere di 28’750 franchi. Lo comunica lo stesso Patriziato di Bedano.

L’area d’intervento si situa nelle immediate vicinanze del centro abitato di Bedano, al confine con il comune di Torricella Taverne. Questa ubicazione rende la selva particolarmente attrattiva dal punto di vista dello svago, oltre che a livello storico e paesaggistico. Il progetto si svilupperà sull’arco di cinque anni. Durante il primo anno si svolgerà un intervento iniziale di recupero della selva, tuttavia il numero di castagni che saranno conservati sarà superiore al risultato che si vuole ottenere al termine del progetto. Grazie a questo approccio conservativo, dopo cinque anni si osserverà la reazione dei castagni e si proseguirà con l’abbattimento degli individui che meno avranno sopportato l’intervento di recupero.

La selva è suddivisa in due parti, zona 1 a valle - zona 2 a monte, per una superficie di 2,6 ha con 90 castagni degni di protezione, con la messa a dimora di 4 castagni innestati della varietà “torción negro” e “torción marrone”. Il recupero della selva prevede anche la creazione di un’area ristoro e la sistemazione dei sentieri comprese le aree d’accesso.

La vicinanza al centro abitato di Bedano, la facile accessibilità alla selva e la presenza di vari sentieri pedestri, rendono l’area attrattiva per lo svago e si prevede la posa di una panchina in legno di castagno e un pannello informativo nella zona 1 e due tavoli in legno con panchine e un pannello informativo nella zona 2. I cartelli informativi, posti all’entrata delle due superfici, elencheranno brevemente le caratteristiche salienti dell’intervento e i vari Enti che hanno permesso la sua realizzazione. Le strutture restanti arricchiranno la funzione di svago di quest’area e ne aumenteranno l’attrattività, spiega il Patriziato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
5 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
6 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
8 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
8 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
9 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
9 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
11 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
13 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved