laRegione
campione-causa-covid-slittano-le-aste-dei-beni-in-vendita
In primo piano il casinò che dovrebbe riaprire il prossimo 26 gennaio (Ti-Press)
20.01.22 - 19:08
Aggiornamento : 19:35

Campione, causa Covid slittano le aste dei beni in vendita

‘L’interesse per gli immobili non manca’, assicura il sindaco Roberto Canesi che conta di chiudere la partita dei debiti con i dipendenti comunali

di Marco Marelli

A Campione d’Italia la pandemia ci ha messo lo zampino anche nelle due aste indette dal Comune per la vendita di cinque gioielli di famiglia, dalla cui alienazione spera di ricavare risorse, per lasciarsi alle spalle la stagione dei debiti, che nel 2018 hanno portato al dissesto finanziario, e per riaprire la scuola materna. La prima asta era in calendario martedì scorso, la seconda martedì prossimo. Sia l’una che l’altra sono state annullate in quanto non sono pervenute offerte. Tuttavia il sindaco dell’enclave Roberto Canesi non parla di flop: «Posso assicurare che per gli immobili che abbiamo deciso di mettere all’asta c’è stato un concreto interessamento. Siamo stati contattati da diversi investitori che hanno chiesto un rinvio delle aste per poter preparare la documentazione necessaria per avanzare l’offerta. Cosa che non hanno potuto completare a causa del Covid e delle feste di fine anno. Richiesta accolta anche perché delle risorse che potranno arrivare dalla alienazione degli immobili, il Comune, che pure ha messo a posto i conti per il futuro (il bilancio preventivo è stato approvato dalle autorità statali, ndr), non può farne a meno, in quanto è nostra intenzione chiudere la partita dei debiti che sono soprattutto con gli ex dipendenti comunali». Martedì scorso era prevista l’alienazione dell’area zona Fornace e Porto Turistico Riva Galassi il cui prezzo a base d’asta di 13,3 milioni di franchi svizzeri, mentre gli altri quattro gioielli di famiglia sono Villa Franchini, Villa Mimosa, lo stabile dell’ex Comando della polizia locale e un terreno edificabile in via Per Arogno. Nove milioni e 350mila franchi il prezzo totale dei quattro beni. La vendita di Villa Franchini (1,1 milioni di franchi) è finalizzata alla riapertura della scuola materna.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aste campione causa covid debiti immobili vendita
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Riaperta la A2 in direzione sud su una corsia
Era stata chiusa per un veicolo in fiamme. Su Twitter la Polizia cantonale segnala rallentamenti tra Maroggia e Mendrisio
Bellinzonese
2 ore
Sorpassi a Giubiasco, ex Oratorio archiviato fra le critiche
Votati dal Cc il credito suppletorio di 2,71 milioni e la sistemazione esterna. Il conto finale sale da 8 a quasi 11 milioni
Luganese
2 ore
Lugano, la Coppa svizzera svetta sul tavolo del Municipio
All’inizio della seduta di Consiglio comunale, applausi alle parole di Michele Campana e di Olivier Custodio, l’autore del parziale vantaggio di 2 a 1
Bellinzonese
3 ore
Morti Covid a Sementina, il Cc (per ora) non ne discute
Bellinzona, bocciate le richieste di Lega/Udc e Mps/Verdi/Fa: Municipio esortato dai gruppi a esprimere vicinanza e solidarietà ai familiari dei defunti
Ticino
4 ore
Trasporti, ‘sarà assorbita solo parte della crescente domanda’
Un recente studio analizza le tendenze della richiesta di mobilità in Ticino. ‘Gli investimenti in corso non potranno che fornire un viatico parziale’
Ticino
4 ore
‘Formazione professionale, borse di studio fino ai 55 anni’
Compromesso in commissione tra la proposta di alzare da 40 a 60 anni la soglia e l’invito del governo di fermarsi a 50. Biscossa soddisfatta, Pronzini no
Luganese
5 ore
Lugano sviluppa una campagna contro la violenza domestica
La Polizia della Città presenta i dati dell’attività 2021. A breve debutta un’attività legata alla tolleranza reciproca tra giovani e adulti
Ticino
6 ore
‘Opere e crisi materie prime, per ora programmazione invariata’
Il Consiglio di Stato risponde a Schnellmann (Plr) sui possibili cantieri a rischio per prezzi e penuria di acciaio, metallo, legno e carburante
Luganese
7 ore
Omicidio Cantoreggi in Appello, per l’accusa è stato assassinio
La pp Tuoni ha richiesto 17 anni di carcere per il 35enne austriaco. La difesa: i ricorsi sono da respingere. Attimi di tensione fuori dall’aula
Mendrisiotto
7 ore
A Mendrisio il Ppd rilancia: ‘Dimezziamo i dicasteri’
In una interrogazione il gruppo mette sul tavolo la proposta, alternativa a tagli e aumento del moltiplicatore
© Regiopress, All rights reserved