laRegione
fermato-a-114-all-ora-sul-50-14-mesi-sospesi
archivio Ti-Press
Sorpreso dal radar nel maggio scorso
19.01.22 - 15:47
Aggiornamento : 16:18

Fermato a 114 all’ora sul 50, 14 mesi sospesi

Un 25enne del Luganese è stato giudicato stamattina davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano

Il radar lo ha sorpreso a 114 all’ora sul limite di 50. Un’infrazione grave alle norme della circolazione, commessa lo scorso mese di maggio, che è costata a un 25enne del Luganese una condanna a 14 mesi di detenzione, sospesi per un periodo di prova di due anni. L’uomo è comparso stamattina, con procedura di rito abbreviato, davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano presieduta dal giudice Amos Pagnamenta. «Avevo appena ritirato la mia auto dalla concessionaria ed ero contento – ha spiegato l’imputato, difeso dall’avvocato Marco Morelli –. Tra Canobbio e Cadro ho accelerato in maniera brusca andando a superare di molto il limite, ma non ero cosciente di quanto». Nella stessa occasione è stato riscontrato uno stato difettoso della vettura («i fari erano oscurati per abbellire il veicolo»), mentre a fine 2020 il 25enne, che si è visto revocare la patente al momento del fermo, si è reso protagonista di un sorpasso vietato lungo via Como, a Chiasso. L’accusa è stata formulata dal procuratore pubblico Zaccaria Akbas.

La curiosità diventata vizio, 9 mesi

«Sono andato a vedere per curiosità, ed è diventato un vizio». Un vizio che gli ha portato una condanna a 9 mesi di detenzione, sospesa per un periodo di prova di 3 anni, per pornografia ripetuta. La condanna per un 50enne del Luganese è stata pronunciata sempre questa mattina dalla Corte delle Assise correzionali di Lugano. Nell’atto d’accusa del pp Zaccaria Akbas si legge che, tra il gennaio 2016 e il novembre 2020, l’imputato ha scaricato da internet mediante applicativi di condivisione peer-to-peer – quindi mettendole in circolazione e possedendole per il proprio consumo su hard disk e dispositivi informatici al proprio domicilio – immagini e rappresentazioni pornografiche con atti sessuali con minorenni: 800 video pornografici e 43 file video pedopornografici. A domanda diretta del giudice Amos Pagnamenta, il 50enne, difeso dall’avvocata Flavia Marone, ha affermato di «non avere più un computer».

Prestazioni sociali illecite, 5 mesi

Tra il 2016 e il 2017 e tra il 2018 e il 2020, ha ottenuto in modo illecito prestazioni di un’assicurazione sociale o dell’aiuto sociale – per un totale di circa 50mila franchi – a cui non aveva diritto. L’imputato, un 58enne italiano, non ha infatti dichiarato di essere il titolare di un conto a lui intestato. «L’ho fatto per ignoranza della Legge», ha spiegato. Con procedura di rito abbreviato, la Corte delle Assise correzionali di Lugano presieduta dal giudice Amos Pagnamenta lo ha condannato a 5 mesi di detenzione, sospesi per un periodo di prova di 2 anni, e a 5 anni di espulsione dalla Svizzera. L’accusa è stata rappresentata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli; l’imputato era difeso in aula dall’avvocato Daniele Iuliucci.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
5 ore
Riaperta la A2 in direzione sud su una corsia
Era stata chiusa per un veicolo in fiamme. Su Twitter la Polizia cantonale segnala rallentamenti tra Maroggia e Mendrisio
Bellinzonese
5 ore
Sorpassi a Giubiasco, ex Oratorio archiviato fra le critiche
Votati dal Cc il credito suppletorio di 2,71 milioni e la sistemazione esterna. Il conto finale sale da 8 a quasi 11 milioni
Luganese
5 ore
Lugano, la Coppa svizzera svetta sul tavolo del Municipio
All’inizio della seduta di Consiglio comunale, applausi alle parole di Michele Campana e di Olivier Custodio, l’autore del parziale vantaggio di 2 a 1
Bellinzonese
6 ore
Morti Covid a Sementina, il Cc (per ora) non ne discute
Bellinzona, bocciate le richieste di Lega/Udc e Mps/Verdi/Fa: Municipio esortato dai gruppi a esprimere vicinanza e solidarietà ai familiari dei defunti
Ticino
7 ore
Trasporti, ‘sarà assorbita solo parte della crescente domanda’
Un recente studio analizza le tendenze della richiesta di mobilità in Ticino. ‘Gli investimenti in corso non potranno che fornire un viatico parziale’
Ticino
7 ore
‘Formazione professionale, borse di studio fino ai 55 anni’
Compromesso in commissione tra la proposta di alzare da 40 a 60 anni la soglia e l’invito del governo di fermarsi a 50. Biscossa soddisfatta, Pronzini no
Luganese
8 ore
Lugano sviluppa una campagna contro la violenza domestica
La Polizia della Città presenta i dati dell’attività 2021. A breve debutta un’attività legata alla tolleranza reciproca tra giovani e adulti
Ticino
9 ore
‘Opere e crisi materie prime, per ora programmazione invariata’
Il Consiglio di Stato risponde a Schnellmann (Plr) sui possibili cantieri a rischio per prezzi e penuria di acciaio, metallo, legno e carburante
Luganese
10 ore
Omicidio Cantoreggi in Appello, per l’accusa è stato assassinio
La pp Tuoni ha richiesto 17 anni di carcere per il 35enne austriaco. La difesa: i ricorsi sono da respingere. Attimi di tensione fuori dall’aula
Mendrisiotto
10 ore
A Mendrisio il Ppd rilancia: ‘Dimezziamo i dicasteri’
In una interrogazione il gruppo mette sul tavolo la proposta, alternativa a tagli e aumento del moltiplicatore
© Regiopress, All rights reserved