laRegione
sono-1-300-le-firme-per-un-acqua-bene-primario-e-comune
Ti-Press
La consegna delle firme a Lugano sul rincaro delle tariffe dell’acqua
17.01.22 - 16:53
Aggiornamento : 18:04

Sono 1’300 le firme per un’acqua ‘bene primario e comune’

Consegnata al Municipio di Lugano la petizione lanciata a metà dicembre dal Movimento per il socialismo

Una delegazione dell’Mps ha consegnato oggi alla Cancelleria comunale 1’300 firme a sostegno della petizione (lanciata a metà dicembre) contro l’aumento delle tariffe dell’acqua potabile a partire dal 2022, annunciato dal Municipio di Lugano a fine novembre. Si tratta, secondo il Movimento, “di un aumento importante (di circa il 20% che, per un normale nucleo familiare, comporterà un aumento di circa 100 franchi all’anno). Un aumento che si accosta agli altri che (a più riprese e negli ultimi anni) hanno interessato altre tariffe (gas, luce ecc.); un aumento che va ad aggiungersi a quelli di altri costi che gravano su impegni irrinunciabili delle famiglie: a cominciare dagli aumenti che, in questi ultimi anni, hanno interessato i premi di cassa malati”.

Considerando l’acqua “un bene primario e comune”, i promotori non mancano di ricordare che “l’aumento delle tariffe va sicuramente a colpire maggiormente coloro che dispongono di redditi modesti e le famiglie più numerose. Un aumento inaccettabile in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
acqua aumento lugano mps petizione tariffe
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
16 min
Ermotti-Lepori: ‘Calcoli fuorvianti’. Filippini: ‘No, legittimi’
È polemica per il rapporto sull’iniziativa che chiede al Cantone un abbonamento Arcobaleno per i deputati che rinunciano al rimborso spese per trasferte
Ticino
26 min
Preture di protezione, sì al voto preliminare dei cittadini
Riorganizzazione tutorie: la commissione parlamentare firma il rapporto stilato da Luca Pagani e Sabrina Aldi. Sei i correlatori
Ticino
1 ora
‘La lotta al riciclaggio è pane quotidiano per i fiduciari’
Cristina Maderni, presidente della Ftaf, ricorda che la legge è vincolante per chi opera nella gestione dei patrimoni. ‘Ma il tema è di tutta l’economia’
Bellinzonese
1 ora
Bellinzona, Castles & Go pronta a scattare
Domenica 29 maggio si terrà la prima edizione della corsa podistico-culturale in stile medievale
Mendrisiotto
2 ore
Marito violento condannato anche in Appello
La Corte riduce, però, la pena di tre anni e infligge tre anni e sei mesi. Caduta l’accusa di tentato omicidio
Ticino
2 ore
Allerta temporale, da Russo a Malvaglia (e a Nord del Gottardo)
Il fronte del maltempo dovrebbe portare con sé grandine, piogge torrenziali e raffiche burrascose. Allarme di intensità rossa
Luganese
3 ore
‘Il-rispetto-non-ha-età’: la polizia di Lugano gioca d’anticipo
Presentata la campagna di sensibilizzazione ‘mirata a promuovere una serena convivenza tra chi ha il diritto di divertirsi e chi di riposare’
Mendrisiotto
4 ore
Cade il carcere per il cacciatore che uccise per sbaglio l’amico
I giudici della Corte di appello hanno ridotto e sospeso a 2 anni la condanna per omicidio colposo all’autore, un 53enne del Mendrisiotto
Mendrisiotto
4 ore
Mendrisio, al campo Adorna arrivano le finali di Coppa allievi
L’appuntamento è per questo giovedì. A sfidarsi saranno i migliori giovani calciatori del cantone.
Luganese
4 ore
Crediti facili con documenti falsi, una condanna a Lugano
Trenta mesi, in larga parte sospesi, a un 60enne che truffando banche e società è riuscito a ottenere finanziamenti per circa 65’000 franchi
© Regiopress, All rights reserved