laRegione
arl-di-lugano-confermato-il-proscioglimento-dell-ex-direttore
Ti-Press
Nessun reato è stato ravvisato dai giudici
16.12.21 - 12:17
Aggiornamento: 17:42

Arl di Lugano, confermato il proscioglimento dell’ex direttore

‘Non c’è stato alcun danneggiamento’: la Corte di appello assolve Curzio Bernasconi e respinge il ricorso della pubblica accusa

Non c’è stato nessun danneggiamento per la società. Ergo: non c’è reato e dunque l’imputato è stato prosciolto da ogni reato: amministrazione infedele ripetuta e in parte aggravata. Questa, in estrema sintesi, la sentenza, accompagnata dalle motivazioni scritte, appena trasmessa alle parti dalla Corte di appello e revisione penale nel processo che lo scorso 8 novembre ha visto nuovamente davanti ai giudici, Curzio Bernasconi, 69 anni, ex direttore dei bus delle Autolinee regionali luganesi (Arl). Già prosciolto in primo grado dalla Pretura penale di Bellinzona il 27 ottobre 2020, Bernasconi, difeso dall’avvocato Marco Broggini, si è visto assolvere nuovamente dalla Corte di appello, presieduta dalla giudice Giovanna Roggero-Will (giudici a latere, Rosa Item e Chiarella Rei-Ferrari).

Il caso era stato riaperto, dopo che il procuratore pubblico, Daniele Galliano, aveva interposto ricorso contro il proscioglimento deciso dalla Pretura penale (presieduta dal giudice Marco Kraushaar). Respinte, dunque, le richieste di una pena pecuniaria avanzate dal magistrato, come pure quella formulata dal rappresentante dell’accusatore privato (in rappresentanza della società), avvocato Costantino Castelli, che chiedeva pure un risarcimento per il presunto danno di 115mila franchi. I giudici della Corte di appello, come detto, non hanno ravvisato alcun danneggiamento. Bernasconi era accusato di irregolarità contabili e malversazioni per aver fatto riattare il rustico di proprietà di sua moglie a Bidogno, facendo lavorare per dieci mesi tre suoi dipendenti delle Arl, motivando questa azione di manovalanza nel compenso di vacanze e ore di straordinario. Insomma, pur immaginando insolita la richiesta, secondo i giudici di secondo grado l’azione in sé non ha prodotto danneggiamenti economici per la società. Il proscioglimento odierno, salvo improbabili colpi di scena, dovrebbe porre fine alla vicenda.

Leggi anche:

Chiesta la condanna per l’ex direttore delle Arl di Lugano

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
appello arl corte ex direttore
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
21 min
Fitto programma per la tregiorni di feste ad Arbedo-Castione
Online il sito con gli eventi previsti al campo sportivo e sul territorio per sottolineare i 200 anni dell’aggregazione e i 600 della battaglia
Luganese
29 min
Agno, il padre ha tentato di uccidere il figlio
Restano gravi le condizioni di salute del 22enne, ferito gravemente ieri dal papà successivamente arrestato. Entrambi risiedono a Rovio
Bellinzonese
41 min
Auto fuori strada a Claro, deceduto il guidatore
Si tratta di un 77enne svizzero domiciliato in Riviera. L’auto che guidava era uscito di strada finendo in un fossato
Bellinzonese
45 min
Disco frenante spezzato, camion fermato a Giornico
Dal 1° luglio emanate oltre 30 contravvenzioni. Le principali infrazioni: freni difettosi, eccesso di ore di guida e manipolazione del cronotachigrafo
Ticino
1 ora
Sulle truffe per lavoro ridotto il Ticino ha fatto i compiti
È quanto emerge dai dati della Seco. Il nostro Cantone persegue anche violazioni più contenute, a differenza di altri cantoni
Bellinzonese
1 ora
Claro, un’auto esce di strada e finisce in un fossato
Incidente della circolazione intorno alle 10:15 sulla strada cantonale
Locarnese
7 ore
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Mendrisiotto
7 ore
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Ticino
7 ore
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
14 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
© Regiopress, All rights reserved