laRegione
14.12.21 - 18:31
Aggiornamento: 15.12.21 - 14:10

Con il 62% di moltiplicatore il comune rimane un... Paradiso

Approvati lo scioglimento dell’Azienda acqua potabile e la necessaria integrazione contabile nel Comune. Il legislativo vota il preventivo 2022

con-il-62-di-moltiplicatore-il-comune-rimane-un-paradiso
Ti-Press
Bici in libertà

Si è aperta con una sfilza di naturalizzazioni la seduta prenatalizia del Consiglio comunale di Paradiso, una dozzina per la precisione, non prima però della sottoscrizione della dichiarazione di fedeltà alla Costituzione e alle leggi della neoconsigliera comunale Franca Martinoli.

Piatto forte della serata di lunedì l’avallo dei conti preventivi per l’anno 2022 che confermano l’attrattivo moltiplicatore fiscale al 62% e un vasto piano d’investimenti urbanistici e di riqualificazione. Parallelamente, è stato approvato lo scioglimento dell’Azienda acqua potabile e la necessaria integrazione contabile nel Comune, con la revisione del Regolamento per la fornitura dell’acqua potabile, a seguito di modifiche legislative di ordine superiore.

Il Consiglio comunale si è poi chinato su diverse trattande: dall’approvazione della Convenzione concernente le prestazioni dell’operatore sociale di Paradiso nei Comuni di Bissone, Grancia, Morcote e Vico Morcote, alla modifica di alcuni articoli del Regolamento comunale e del Regolamento organico dei dipendenti del Comune di Paradiso e delle sue aziende municipalizzate; dalla richiesta di un credito di 145mila franchi per la sostituzione completa dell’impianto chiamata camere alla Casa medicalizzata per persone anziane Residenza Paradiso e del relativo cablaggio elettrico, alla modifica degli articoli relativi agli onorari del sindaco, dei municipali e dei consiglieri comunali nonché delle diarie e indennità per missioni e per sedute commissionali; alla modifica di un articolo del Regolamento comunale sulla gestione dei rifiuti.

È stata, infine, data risposta a due interpellanze ed è stata presentata una mozione interpartitica concernente l’aumento del numero delle stazioni Publibike, da trasmettere per esame alle Commissioni congiunte Gestione e Opere pubbliche.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
15 min
‘Aumento allucinante, diverse famiglie si indebiteranno’
Durisch (Ps): cassa malati unica pubblica da riproporre. Il Plr: livelli insopportabili, ecco dove agire. La Lega: sconcerto e rabbia. I Verdi: più aiuti
Luganese
15 min
Direttore arrestato, le famiglie: ‘Non siamo stati capiti’
Faccia a faccia molto animato, martedì sera, alla scuola media del Luganese fra genitori e autorità scolastiche e Decs. Critiche a Bertoli
Ticino
6 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
11 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
11 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
11 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
12 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
12 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
13 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
14 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
© Regiopress, All rights reserved