laRegione
superfici-a-uso-ufficio-in-discesa-libera-nel-sottoceneri
Ti-Press
Più lavoro, meno uffici
08.12.21 - 16:18
Aggiornamento: 19:17
Ats, a cura de laRegione

Superfici ‘a uso ufficio’ in discesa libera nel Sottoceneri

Flessione del 23% a Lugano sulla scia del calo dell’occupazione nei rami dell’informatica e della consulenza, e del 29% a Mendrisio

Nonostante il telelavoro la domanda di uffici sta tenendo meglio del previsto in Svizzera e una volta archiviati alcuni trimestri difficili tornerà a lungo termine ad aumentare, spinta dalla digitalizzazione: lo sostiene uno studio pubblicato da Credit Suisse. Il Ticino e i Grigioni sono però in controtendenza, con un forte calo previsto a Lugano. Mentre a Londra o a New York gli annunci di superfici in affitto sono aumentati vertiginosamente sulla scia della crisi del coronavirus, in Svizzera il tasso di disponibilità di uffici nel secondo trimestre 2021 ha registrato solo un aumento moderato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando dal 5,5% al 5,8%.

Gli investitori si mostrano comunque molto cauti: sulla base delle licenze edilizie, la futura attività di costruzione di uffici registrerà a livello nazionale ancora un 17% in meno rispetto al valore medio di lungo termine, con una flessione marcata soprattutto nei grandi centri. Nei prossimi anni la domanda di superfici probabilmente risentirà del fatto che sempre più aziende, anche una volta passata la pandemia, consentiranno ai loro collaboratori di lavorare parzialmente da casa. Gli economisti di Credit Suisse ritengono che a medio termine il telelavoro comporterà una diminuzione del fabbisogno di superfici a uso ufficio di circa il 15%.

Diversa è però la situazione sul lungo periodo: la crescita dell’occupazione, unita alla crescente digitalizzazione di tutti i settori della vita e del lavoro, contribuisce ad aumentare in tutti i campi la percentuale dei dipendenti con un impiego in ufficio. Negli anni dal 2000 al 2019 in Svizzera la quota media relativa agli uffici è salita dal 34 al 45%: secondo il modello realizzato da Credit Suisse fino al 2060 dovrebbe continuare a crescere, salendo fino al 60%. Con il tempo, questo effetto dovrebbe quindi sovrapporsi alla tendenza opposta dell’home office. Nell’immediato ci sarà però da soffrire, nell’ottica dei proprietari di stabili: gli esperti prevedono un nuovo aumento dell’offerta, soprattutto per le superfici di grandi dimensioni e periferiche. Crescerà quindi lo sfitto e vi sarà una persistente pressione sui canoni di locazione.

Inoltre quello che vale per l’insieme della Svizzera non è per forza vero anche a livello regionale. Nelle mappe pubblicate tutti i distretti ticinesi e grigionesi presentano una tonalità cromatica di blu, che segnala un calo delle superfici a uso ufficio fra il 2019 e il 2060. Per il Ticino vengono espressamente citati singolarmente i casi di Lugano, dove gli esperti si aspettano una flessione del 23% sulla scia del calo dell’occupazione nei rami dell’informatica e della consulenza, nonché di Mendrisio, che dovrebbe vedere una contrazione del 29%. Nei Grigioni particolarmente sotto pressione appaiono la regione dello Schanfigg (-31%) e il Prättigau (Prettigovia, -24%).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
credit suisse home office lugano mendrisio sfitto studio uffici
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Luganese
7 min
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
2 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
3 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
9 ore
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
10 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
17 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
17 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
17 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
© Regiopress, All rights reserved