laRegione
28.11.21 - 15:09
Aggiornamento: 17:41

Rossi (No): ‘Intercettata la forte perplessità dei cittadini’

Colui che ha impersonificato con Fulvio Pelli il fronte contrario al Polo sportivo ed eventi di Lugano commenta la sconfitta del referedum

rossi-no-intercettata-la-forte-perplessita-dei-cittadini
Martino Rossi (Ti-Press)

Nessuna sorpresa. Per Martino Rossi, che insieme a Fulvio Pelli ha impersonificato il ‘Comitato per il no’ al nuovo Polo sportivo ed eventi di Lugano (Pse), «la sorpresa ci sarebbe stata se ad avere la meglio fosse stato il nostro fronte contrario». Resta però la soddisfazione, secondo Rossi, «per aver intercettato la forte perplessità sul progetto di buona parte dei cittadini di Lugano». Qualcuno addirittura nelle ultime settimane aveva parlato di testa a testa: «Sperare in un sorpasso? Quando ci siamo impegnati in questa contesa ci credevamo perché la credevamo giusta e la ritenevamo non persa in partenza quindi credibile e non un ‘disturbo’ come detto da chi ci ha criticati, tacciandoci per coloro che volevano accusare il Municipio per partito preso».

Una sconfitta che ha in sé anche un’autocritica: «Non siamo stati abbastanza bravi e tempestivi nell’argomentare sulla possibilità concreta di promuovere, sviluppare e modernizzare una struttura sportiva anche con minori costi e una scelta più razionale verso soprattutto l’ambito sportivo. Come non siamo stati abbastanza efficaci nel far comprendere che ciò non avrebbe allungati i tempi ma, anzi, che non sarebbero stati molto diversi da quelli indicati dalla realizzazione del progetto municipale» non ha mancato di evidenziare a ‘laRegione’ Rossi.

Una campagna combattuta, non solo a cartelloni pubblicitari: «Obiettivamente i toni sono stati molti accesi in particolar modo, devo dire, fra i fautori del Sì. Come spiegarli? C’erano in ballo centinaia di milioni di investimenti e quando si ha paura di perderli il pericolo di derive è molto alto. Lo dimostra anche il fatto dei grandi capitali messi a disposizione per la campagna dei favorevoli rispetto alla nostra. Inoltre, essendoci di mezzo lo sport, il tifo eccessivo e un po’ rozzo delle curve si è spostato dallo sport alla contesa politica, spesso purtroppo con toni inappropriati compresi quelli dell’ex presidente del Football Club. Lo stesso Municipio non è stato forse molto istituzionale come avrebbe dovuto essere. Esecutivo che ha fatto l’errore, fra le righe, di un’informazione parziale e tendenziosa».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
E per la fine dell’anno c’è anche Nez Rouge
Ritorna il servizio che riaccompagna a casa in sicurezza chi non se la sente di mettersi alla guida
Luganese
7 ore
Fiamme in un appartamento di Caslano, danni ingenti
Non si registrano feriti: quando l’incendio è scoppiato i locali erano vuoti. Sul posto pompieri di Caslano e Polizia
Luganese
10 ore
Protezione civile Lugano Città, un altro anno in prima linea
Anche nel 2022 i giorni di servizio sono stati largamente di più di quelli del triennio 2018-20, seppur un po’ meno rispetto al 2021
Grigioni
11 ore
Frana in Val Calanca: ‘Non si può continuare a sfidare la sorte’
Per la vicesindaca di Buseno Rosanna Spagnolatti è necessario individuare una soluzione per una zona già toccata in passato da scoscendimenti
Mendrisiotto
11 ore
Breggia cambia il progetto per l’ex Osteria del sole
Il Municipio ha presentato una nuova domanda di costruzione, che al contrario della precedente, prevede la demolizione integrale della struttura
Gallery
Ticino
12 ore
Nel weekend la Svizzera italiana s’è messa il suo abito bianco
Trenta centimetri a San Bernardino, venti a 1’400 metri di quota: la neve ha fatto capolino anche a Sud del San Gottardo. Disagi contenuti sulle strade
Ticino
13 ore
Il 25 dicembre Gas stacca definitivamente la spina
La testata web indipendente di controinformazione, nata in scia al cartaceo Diavolo, annuncia la sua prossima chiusura
Grigioni
16 ore
Val Calanca isolata: ‘Ci vorranno giorni per liberare la strada’
Si annuncia lunga l’operazione di sgombero della frana caduta questa mattina sulla strada cantonale tra Castaneda e Buseno. Nessun ferito, ingenti i danni
Gallery
Grigioni
18 ore
Frana in Calanca, valle isolata a nord del bivio per Castaneda
Strada chiusa in entrambe le direzioni a causa di un grosso scoscendimento che si è verificato stamane alle 6.30
Gallery
Locarnese
1 gior
Riazzino, inaugurata la nuova sede logistica del Soccorso alpino
La struttura, che fungerà da magazzino e autorimessa, completa la capillare rete di strutture di copertura del territorio. L’anno prossimo il 50esimo
© Regiopress, All rights reserved