laRegione
paradiso-rapina-a-un-chiosco
laRegione
19.11.21 - 12:26
Aggiornamento: 17:45

Paradiso, rapina a un chiosco

Il ladro ha tentato la fuga, è stato seguito dal gerente, poi fermato dalla polizia. Parla la vittima: ‘Mi ha puntato la pistola contro’

Una rapina è avvenuta questa mattina, attorno alle 11, in un chiosco di via Geretta, a Paradiso. Stando a una prima ricostruzione fornita della Polizia cantonale, il rapinatore – con il volto coperto da un passamontagna e armato di pistola – ha minacciato il titolare, facendosi consegnare una piccola somma di denaro, fra i duecento e i trecento franchi.

«Ero qui, insieme ad alcuni clienti, quando a un tratto sento picchiare alla porta, come se qualcuno avesse sferrato un pugno o un calcio. Poi entra quest’uomo e subito estrae la pistola, intimandomi di aprire la cassa – comincia a raccontare il titolare del negozio –; al mio rifiuto di farlo, si è avvicinato a me, ancora più rabbioso, e allora a quel punto gli ho dato circa 200 o 300 franchi».

Poi il tentativo di fuga rocambolesco, durato poco però, poiché inseguito dalla stessa vittima. «Ha corso fino al lungolago e presso l’imbarcadero di Paradiso, ha poi gettato la pistola nel lago. Ho continuato a corrergli dietro, fino a quando è arrivata la polizia e lo ha fermato», conclude l’uomo. Rilasciate anche le generalità del rapinatore arrestato. Si tratta di un 22enne cittadino svizzero residente nel Luganese.

Al momento le autorità si trovano sul posto per cercare l’arma lanciata in acqua dal malvivente.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
chiosco paradiso rapina
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
6 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
8 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
9 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
9 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
10 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
10 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
12 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
15 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
17 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
Locarnese
18 ore
Gordola, il percorso alternativo per le bici non si trova
Il Municipio risponde all’interpellanza che chiedeva un tracciato più sicuro in collina, in direzione diga della Verzasca. Proposta che non convince
© Regiopress, All rights reserved