laRegione
lugano-seduce-i-criptoboys-e-vuole-essere-citta-universitaria
Ti-Press/Archivio
La Città non dimentica il turismo
Luganese
18.11.21 - 18:550
Aggiornamento : 19:22

Lugano seduce i criptoboys e vuole essere città universitaria

Il Municipio aggiorna le sue linee di sviluppo. Si punta sulla piattaforma Blockchain e si accelera su nuove tecnologie e digitalizzazione

«Ci sono grandi potenzialità di applicazione nell’economia reale, dall’arte alla moda. Le criptovalute e in generale la tecnologia Blockchain potrebbero diventare quella nicchia di mercato innovativa che permette alla città di crescere ulteriormente». Questa, in estrema sintesi, è la risposta del sindaco di Lugano Michele Foletti in merito a una delle priorità della Città, a corto termine, nell’ambito dell’aggiornamento delle sue linee di sviluppo. Linee di sviluppo che, lo ricordiamo sono state esplicitate dapprima nel 2018, poi sono state riviste e calibrate, per consentire un’impostazione del lavoro ottimale nell’arco dei prossimi sette anni. In concreto stiamo parlando di direttive e visioni, alcune delle quali sono già in fase di attuazione, come il processo di riorganizzazione e di digitalizzazione dell’Amministrazione comunale che è stato avviato nel 2014. Il documento è destinato a orientare l’operato del Municipio, ha pertanto una forte valenza strategica per l’attività di tutto il personale e i funzionari della Città ed è in sintonia con il Piano degli investimenti e il Piano finanziario.

Polo di competenze digitali

Dopo la presentazione di una piattaforma di blockchain, la mostra e gli eventi in programma a Villa Ciani (fino a domenica 21 novembre), prosegue il sindaco, «vorremmo diventare un polo di competenze per criptovalute e Blockchain. Abbiamo già creato la nostra valuta virtuale (i LVGA Points), mentre le capacità e le conoscenze sono presenti sul nostro territorio, con Usi, Supsi e Lugano Living Lab, riteniamo pertanto che ci siano le potenzialità di forte sviluppo». Fra le altre ambizioni di Lugano, spicca l’intenzione di voler «diventare una vera e propria città universitaria. Per questo, anche alla luce del successo al di sopra di ogni aspettativa del Master in medicina, abbiamo chiesto a Usi, Supsi e Franklin College di adoperarsi in tal senso per confermare l’importanza di Lugano quale polo di innovazione digitale». Non solo. Le aspirazioni dell’autorità cittadina superano i confini nazionali. Sì, perché si desidera avere un ruolo cruciale per promuovere il collegamento fra Nord e Sud delle Alpi, visto che il porto ‘naturale’ di snodo è quello di Genova e perciò si continuerà a fare pressing su Berna affinché AlpTransit continui anche verso sud.

Pianificazione e procedure partecipate

Insomma, nel documento c’è tanta carne al fuoco. Il nuovo esecutivo ha deciso di aggiornare il documento mantenendone tuttavia invariati la struttura e gli assi strategici. Visione e missione sono state però parzialmente modificate. La visione dà corpo all’orientamento della Città a voler essere “un modello di innovazione e collaborazione”, attenta alla qualità di vita della cittadinanza. La missione precisa invece che Lugano “sostiene gli interessi condivisi delle cittadine, dei cittadini e delle imprese sul proprio territorio”, in uno spirito di collaborazione volto a “rendere realizzabili le aspirazioni comuni”, come il Masterplan lungolago e il Piano direttore comunale, sul quale si vorrebbe creare il consenso prima di giungere al voto in Consiglio comunale. Confermati i quattro valori: innovazione, qualità, affidabilità ed entusiasmo. Le condizioni quadro – ovvero il mantenimento dell’equilibrio finanziario e la volontà di costruire un’amministrazione efficiente e digitalizzata a misura di cittadino – sono rimaste invariate. Sono stati confermati pure gli obiettivi ambiziosi sull’autofinanziamento che, nonostante i contraccolpi a breve termine causati dalla pandemia, restano validi per l’orizzonte 2028.

Più spazi pubblici e sostenibilità

Gli aggiornamenti sono stati elaborati in cinque aree di intervento principali, sostituendo agli obiettivi già raggiunti, quelli nuovi o da consolidare. Le aree sono: ambiente e qualità urbana, città polo tra Nord e Sud delle Alpi, quartieri, conoscenza e cultura, occupazione. Per quanto concerne gli obiettivi raggiunti, e quindi eliminati dall’aggiornamento, sono stati inseriti ogni anno in modo dettagliato nei consuntivi 2018, 2019 e 2020. I nuovi obiettivi sviluppano e promuovono la realizzazione di spazi pubblici e la sostenibilità. Il documento, ha precisato il municipale Tiziano Galeazzi, «insiste sulla necessità di aumentare le competenze digitali degli adulti, per evitare che restino ai margini di un’evoluzione della società in atto da tempo: la rivoluzione è in atto e dovrebbe concludersi entro il 2024». La Città dà una mano ai senza lavoro, collaborando con le agenzie di collocamento per sostenere i cittadini di Lugano nel trovare o ritrovare un impiego. In tal senso, il sindaco ha richiamato i 2,5 milioni di franchi votati dal Consiglio comunale nell’ultima seduta del 2020. Su www.lugano.ch/la-mia-citta/identita-e-storia/visione-e-valori, sono pubblicate le linee di sviluppo aggiornate.

Una giornata per ringraziare i volontari

Nella Giornata internazionale del volontariato, la Città di Lugano invita i volontari attivi a un momento simbolico di ringraziamento che avrà luogo domenica 5 dicembre alle 17, al Palazzo dei Congressi (www.lugano.ch/seratavolontari). Nella serata, si potrà assistere allo spettacolo “Giovanna d’ArpPo”, interpretato da Gardi Hutter, al termine del quale seguirà un rinfresco. L’efficienza e l’efficacia del loro lavoro, lo si è visto in particolare durante la prima ondata di pandemia con il lockdown, quando, nel giro di pochi giorni, la Città è riuscita a organizzare un aiuto capillare e un numero verde, grazie alle 800 associazioni presenti sul territorio e alle numerosissime persone che si sono messe a disposizione e hanno donato il loro tempo. Tutti i volontari sono invitati a partecipare domenica 5 dicembre, annunciando la presenza tramite la propria associazione, ente o gruppo di riferimento o individualmente entro lunedì 29 novembre. L’accesso sarà possibile solo presentando il certificato Covid. Dal 23 novembre e fino al 7 dicembre, l’impegno dei volontari sarà valorizzato grazie alla campagna “Insieme. Perché solo così si cresce” che sarà visibile nelle principali vie di Lugano.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Formazione dei docenti, presentata l’offerta formativa 2022/2023
Sottolineata in particolare la possibilità, per chi è in possesso dei requisiti, di formarsi come docente di francese alle Medie, figura molto richiesta
Ticino
3 ore
Proseguono i cantieri Ffs in Ticino
I lavori coinvolgono o coinvolgeranno le stazioni di Rivera-Bironico e Maroggia-Melano, la linea di montagna del Ceneri e gli scambi a Biasca
Ticino
4 ore
Nel fine settimana 22 classi in quarantena
A Novaggio in quarantena tre sezioni di scuola elementare, altre due sezioni a Bioggio dopo le due della scorsa settimana
Luganese
5 ore
Lugano, nel 2022 l’acqua potabile sarà più cara
La tassa sarà incrementata di circa il 20%. L’aumento interesserà sia le tasse di base sia quelle di consumo
Ticino
5 ore
Altri due decessi per Covid in Ticino e 4 ricoveri in 72 ore
Nel corso del fine settimana, venerdì compreso, si sono registrati 344 contagi, quasi il 50% in più rispetto a lunedì scorso e il dato più alto da un anno
Ticino
6 ore
Mattia Keller è il nuovo direttore di Migros Ticino
47enne, nato e cresciuto in Ticino, dal 1° dicembre sostituirà Lorenzo Emma che andrà in pensione dopo 19 anni alla testa della Cooperativa regionale
Ticino
9 ore
Guasto tecnico, treni deviati sulla linea di montagna del Ceneri
Un problema di esercizio sta creando disagi alla circolazione dei treni fra Lugano e GIubiasco
Ticino
10 ore
Cultura e tempo libero: cosa fanno i ticinesi
Un’analisi dell’Ustat sfata qualche stereotipo e conferma alcune tendenze sociodemografiche. Ah, ci piace anche il balletto
Mendrisiotto
10 ore
Sul ‘Tacuin’ echi della saggezza popolare
Partito un po’ per caso nel 1985, il popolare calendario si propone in edizione 2022 con nuove... trovate
Economia
10 ore
‘Il web ha dato un potere al consumatore mai avuto prima’
Il giornalista economico di Radio 24 Sebastiano Barisoni, venerdì scorso a Lugano, sulla rivoluzione determinata da rete e postpandemia
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile