laRegione
quarantene-di-classe-focolaio-nella-zona-di-origlio
Test per i più piccoli (Ti-Press)
16.11.21 - 17:45
Aggiornamento : 18:32

Quarantene di classe: focolaio nella zona di Origlio

Su undici sezioni di scuole elementari e dell’infanzia in confinamento in Ticino, cinque sono riconducibili alla regione di Capriasca e dintorni

Undici classi in confinamento di cui la metà in Capriasca e dintorni. Solo un caso? Oppure è possibile pensare a una correlazione? Quello che è forse un focolaio? Domande che sorgono spontanee nella lettura del bollettino che il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs) stila quotidianamente dall’inizio della pandemia. Delle undici classi – oggi si è aggiunta una sezione delle scuole elementari di Chiasso – cinque, come detto, sono ricollegabili a una precisa regione luganese. Secondo le quarantene di classe attualmente figurano: due sezioni delle scuole elementari di Capriasca e una sezione delle scuole elementari di Ponte Capriasca, una sezione della scuola dell’infanzia di Capriasca e una della scuola dell’infanzia di Origlio. Gli alunni dovranno rispettare il confinamento fino a giovedì e venerdì.

«In merito alla sua domanda – ci risponde l’Ufficio del medico cantonale – confermiamo che attualmente vi è un accumulo di casi nella regione da lei indicata, in relazione a un piccolo focolaio attorno alla zona di Origlio. Segnaliamo che sul tempo vi sono stati sul territorio vari focolai qua e là, apparsi e scomparsi rapidamente. Le indagini ambientali proseguono e non vi sono motivi di allarme».

Più allarmati sono però genitori e famiglie: «Un po’ di preoccupazione c’è, inutile nasconderlo – ci dice un papà di due alunni che vivono proprio in Capriasca –. Rispetto a un anno fa la situazione è decisamente migliore, il vaccino tranquillizza pensando al rischio di ammalarsi gravemente, ma vedere questa concentrazione di quarantene di classe in zona qualche domanda la solleva. Il dubbio che ci sia qualche problema locale viene, è naturale. Magari non in classe ma nel tragitto casa-scuola, con tragitti relativamente lunghi su bus affollati».

Gli allievi, lo ricordiamo, hanno avuto comunicazione da parte della direzione, dell’Ufficio del medico cantonale o dal contact tracing. Coloro che nell’ambito dell’istituto scolastico non sono stati raggiunti dal provvedimento, non sono coinvolti nella quarantena e stanno proseguendo pertanto normalmente l’attività scolastica in presenza. È in particolare l’ufficio del medico cantonale, il dottor Giorgio Merlani, che informa la direzione dell’istituto in merito a eventuali quarantene di classe che toccano le scuole comunali (scuola dell’infanzia, scuola elementare) o le scuole cantonali (scuole medie, scuole medie superiori, scuole professionali). La direzione comunica poi l’ordine di quarantena direttamente agli allievi della classe toccata (rispettivamente, ai detentori dell’autorità parentale). Fino al termine della quarantena, le lezioni per gli allievi direttamente coinvolti proseguono temporaneamente a distanza, come previsto dalle indicazioni previste dal Protocollo di quarantena di classe predisposto dal Decs. La quarantena, non va dimenticato, è una misura preventiva che consiste nell’isolarsi in casa ed evitare di avere contatti con altre persone.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Se Cenerentola avesse avuto a disposizione un’app
Passa da una ‘prova’ virtuale, per permetterne l’acquisto perfetto, l’applicazione ideata per Bally, noto brand di lusso svizzero
Mendrisiotto
2 ore
‘In futuro Chiasso saprà far valere le sue potenzialità’
Quattro chiacchiere con Francesca Cola Colombo, dallo scorso mese di maggio responsabile marketing della cittadina di confine
Ticino
12 ore
Pattugliamento congiunto a Como e Cernobbio
Nei giorni scorsi servizio ‘misto’ Carabinieri italiani e Polizia cantonale. L’iniziativa rientra nell’accordo fra i due Paesi
Ticino
13 ore
Crisi idrica, in Lombardia giro di rubinetto
Emergenza siccità, il presidente della Regione Attilio Fontana firma decreto per un uso parsimonioso dell’acqua
Bellinzonese
13 ore
Riviera, parcheggi selvaggi e come combatterli
Il Comune in estate è preso d‘assalto dai canyonisti, talvolta poco rispettosi dell’ordine pubblico. Tarussio: ‘Individuate delle zone di sosta’
Ticino
14 ore
Ticinesi morti sul Susten: Norman Gobbi si unisce al cordoglio
Le due vittime erano membri dell’Associazione ticinese truppe motorizzate (Attm). Marco Bignasca, ex ufficiale auto: fra le società d’arma più attive
Luganese
15 ore
Pianta cade vicino al parco giochi di Melide, cause non chiare
Non si esclude che l’albero possa essere stato attaccato dal coleottero giapponese
Bellinzonese
19 ore
Bellinzona, auto in fiamme sull’A2 in direzione nord
Sul tratto di autostrada si sono formati un paio di chilometri di coda
Luganese
21 ore
Lombardi: ‘Non mi aspetto molto dal vertice sull’Ucraina’
L’incontro sarà a Lugano il 4 e 5 luglio. L’ex consigliere agli Stati si chiede se abbia senso parlare di ricostruzione quando la guerra è ancora in corso
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, ‘la natura di Festate non è in discussione’
Il vicesindaco e capodicastero Cultura Davide Dosi si esprime in merito ai malumori emersi dopo la trentesima edizione dell’evento
© Regiopress, All rights reserved