laRegione
12.11.21 - 10:23
Aggiornamento: 15:51

Gravesano, sbanda e sfonda la recinzione: 66enne rischia la vita

L’incidente all’inizio della Penudria. Il conducente è rimasto incastrato nel veicolo ed è stato necessario utilizzare la pinza idraulica per liberarlo

gravesano-sbanda-e-sfonda-la-recinzione-66enne-rischia-la-vita
Rescue Media
+6

La Polizia cantonale comunica che oggi, poco dopo le 8.30 a Gravesano, un 66enne cittadino svizzero domiciliato nel Luganese, proveniente da Arosio, circolava in discesa sulla strada cantonale in direzione del centro paese. Per cause che l’inchiesta di polizia dovrà stabilire, ha perso il controllo del mezzo uscendo dalla carreggiata sulla sinistra per poi terminare la sua corsa in un prato adiacente alla strada. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia Malcantone Est, i pompieri di Lugano con l’Unità di Intervento Tecnica, che mediante la pinza idraulica Libervit hanno estratto il conducente dell’auto, nonché i soccorritori della Croce Verde di Lugano, che dopo aver prestato le prime cure all’uomo lo hanno trasportato in ambulanza all’ospedale. Stando a una prima valutazione medica, il 66enne ha riportato gravi ferite tali da metterne in pericolo la vita. Per consentire i rilievi del caso, la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 12.30.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarno
58 min
Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato
Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
3 ore
“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”
Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
7 ore
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
7 ore
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
7 ore
Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe
Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
16 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
17 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
18 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
19 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
19 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
© Regiopress, All rights reserved