laRegione
11.11.21 - 15:41
Aggiornamento: 16:51

Il Dss apre un procedimento nei confronti del dr. Nussbaumer

Sotto inchiesta le frasi pronunciate a ‘Matrioska’ lo scorso 7 settembre sul legame fra il vaccino e la morte del sindaco di Lugano Marco Borradori

il-dss-apre-un-procedimento-nei-confronti-del-dr-nussbaumer
(Ti-Press)

Potrebbero costare care al dottor Werner Nussbaumer le affermazioni sul legame fra la morte del sindaco di Lugano Marco Borradori e la vaccinazione pronunciate durante la puntata di Matrioska di TeleTicino del 7 settembre scorso. Come anticipato da Ticinonews, e come ci conferma l’Ufficio di sanità del Dipartimento sanità e socialità, è stato aperto un procedimento nei confronti del medico membro dell’associazione “Amici della Costituzione” e notoriamente contrario alle misure anti-Covid.

“Abbiamo purtroppo visto anche in Ticino dei morti dovuti alla vaccinazione. Ho delle prove quasi certe che Borradori si era vaccinato pochi giorni prima della morte. Lui era contro la vaccinazione, si era vaccinato solo perché doveva andare alla maratona a New York. Abbiamo anche altre persone in coma [...] Se non si fosse vaccinato probabilmente non sarebbe capitato quello che è capitato”. Queste le parole di Nussbaumer durante la trasmissione, già smentite a distanza di un paio di giorni dal fratello del compianto sindaco, che aveva dichiarato che Marco Borradori, per sua stessa ammissione, aveva ricevuto la seconda dose due mesi prima del decesso.

“Il Dipartimento ha aperto un procedimento amministrativo per i fatti antecedenti la trasmissione 60 Minuti” conferma a laRegione la capoufficio Patrizia Bottinelli Cancellara. “Questo vuol dire che ha dato un mandato alla commissione di vigilanza sanitaria che avrà il compito di istruire la pratica: fra questi compiti ci sarà anche l’ottenere le osservazioni del dottor Nussbaumer o la valutazione di altre prove: come assumere i fatti, se sentire l’interessato sono comunque valutazioni della commissione. Una volta che avrà finito l’iter potrà fare un preavviso nei confronti del dipartimento prospettando dall’archiviazione a una misura”. Cosa rischia dunque, in concreto, Nussbaumer? “Fra le misure c’è di tutto, in questo caso non si sa ancora perché siamo ai piedi della scala”, risponde la capoufficio, “si va dall’ammonimento, alla multa, fino alla revoca o alla sospensione”. E cosa dire circa le ultime dichiarazioni rese alla Rsi pochi giorni fa? “Quando si apre un procedimento, non significa che le verifiche si fermino al momento dell’apertura di esso: non è escluso che venga ampliato anche a recenti o future esternazioni”. Non è previsto alcun provvedimento cautelativo, dunque al momento non ci sono effetti immediati.

Non è possibile al momento conoscere se il dottor Nussbaumer è l’unico medico ticinese nei cui confronti sia stato aperto un procedimento amministrativo: dall’Ufficio sanità viene riferito solo che “ci sono altre segnalazioni che arrivano”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
8 ore
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
8 ore
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
13 ore
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
16 ore
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
17 ore
Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’
I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
Mendrisiotto
17 ore
Arzo: fu tentato omicidio, inflitti sei anni e mezzo di carcere
La Corte di appello e di revisione penale pronuncia una nuova sentenza nei confronti dell’uomo che strinse il collo della moglie fino a farla svenire
Ticino
18 ore
Casse malati, 11mila firme per gli sgravi. E un asino che raglia
La Lega consegna in governo le sottoscrizioni all’iniziativa per la deducibilità integrale dei premi. Poco dopo la sinistra porta i regali per i ricchi
Ticino
18 ore
‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’
Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Locarnese
20 ore
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
21 ore
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
© Regiopress, All rights reserved