laRegione
08.11.21 - 11:34
Aggiornamento: 16:20

Non ci sarà ricorso contro l’opuscolo informativo del Pse

Lo comunicano in una nota stampa i promotori del referendum, che si sono rivolti direttamente al Municipio in una lettera

non-ci-sara-ricorso-contro-l-opuscolo-informativo-del-pse
Ti-Press

Il Comitato di opposizione al Pse del Municipio di Lugano non presenterà ricorso contro “l’incompleta e non attendibile presentazione del progetto apparsa nell’opuscolo informativo del Municipio inviato a tutti i fuochi con il materiale di voto”. Lo annuncia lo stesso comitato in un comunicato odierno a firma Fulvio Pelli e Martino Rossi.

“L’analisi giuridica delle possibilità di successo del ricorso e, quindi, di una decisione di rinvio della votazione da parte del Tribunale”, scrivono i promotori del referendum, “induce a credere che tale eventualità si verificherebbe, visto che non sarebbe più possibile correggere l’informazione di elettrici ed elettori prima che una parte importante di loro avrà votato”.

Gli oppositori al progetto del Municipio chiariscono di avere sì, il desiderio di veder realizzati stadio e palazzetto dello sport, ma anche che il resto dei terreni di Cornaredo resti “a disposizione dello sport e della nostra gioventù e non di investitori svizzero-tedeschi”.

“Un rinvio della votazione non è certo un obiettivo dei referendisti e degli oppositori”, scrive il Comitato, che auspica che, dopo la bocciatura del progetto del Municipio, “lo si rilanci immediatamente nella sua sola componente sportiva, senza modifiche sostanziali del progetto architettonico e con la collaborazione dei privati, se ci si potrà accordare, oppure senza, così da assicurarne una rapida realizzazione”.

Il Comitato annuncia di aver deciso di rivolgersi direttamente al Municipio in una lettera, nella quale vengono sostanzialmente riprese le motivazioni esposte nella nota stampa della settimana scorsa circa il fatto che non vengano specificati nell’opuscolo i costi riferiti agli interessi sul leasing per lo stadio e il palazzetto dello sport che la Città dovrà versare agli investitori privati costruttori delle due strutture durante 27 anni al termine dei quali tali strutture verranno riscattate a un franco.

Leggi anche:

Polo sportivo a Lugano: l’ombra di un ricorso al Tram

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
37 min
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
5 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
5 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
12 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
13 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
14 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
15 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
15 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
16 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
16 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
© Regiopress, All rights reserved