laRegione
03.11.21 - 14:55
Aggiornamento: 18:37

Un premio per il cimitero di Paradiso e Lugano

Il riconoscimento è stato assegnato al delegato dell’Upi Luca di Gianfrancesco: i lavori hanno reso accessibile il cimitero anche ai disabili

un-premio-per-il-cimitero-di-paradiso-e-lugano
La consegna

Luca Di Gianfrancesco, delegato Ufficio prevenzione infortuni (Upi) alla sicurezza di Paradiso, è stato insignito di uno dei sette premi sicurezza regionali conferiti dall’Upi nel 2021 per l’importante contributo fornito nell’ambito di un progetto volto a migliorare l’accessibilità del cimitero comunale. Il premio consiste in 2mila franchi destinati al Comune vincente.

Da qualche tempo il cimitero di Paradiso e Lugano è accessibile tramite rampe e/o ascensore anche alle persone con disabilità grazie a lavori di miglioria lunghi e complessi che hanno richiesto particolare sensibilità. Dipendente dell’Ufficio tecnico comunale e da tre anni delegato Upi alla sicurezza, Luca Di Gianfrancesco non si è però lasciato scoraggiare. Il suo impegno gli è valso uno dei sette premi sicurezza regionali assegnati dall’Upi. Se è stato possibile giungere a un risultato più che soddisfacente, è anche grazie alla collaborazione con le famiglie dei defunti. Il cimitero e i suoi spazi sono ora accessibili a tutti senza ostacoli e in sicurezza.

Una rete di oltre 1’000 Comuni

Quest’anno l’Upi assegna per la seconda volta i premi di sicurezza regionali, un riconoscimento che in futuro verrà conferito a cadenza biennale ai delegati alla sicurezza che si distinguono per il loro impegno, tra i 1’200 in tutta la Svizzera. La rete dei delegati alla sicurezza, unica nel suo genere, comprende tutte le regioni della Svizzera e mira a prevenire gli infortuni nelle città e nei Comuni. I delegati sono ad esempio municipali, collaboratori di un centro di intervento oppure agenti di polizia e svolgono l’attività di sicurezza per l’Upi a titolo accessorio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery e video
Bellinzonese
48 min
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
48 min
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
9 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
10 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
11 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
11 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
12 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
12 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
12 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
13 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
© Regiopress, All rights reserved