laRegione
lugano-centinaia-di-persone-sfilano-per-l-autogestione
Ti Press
Luganese
23.10.21 - 15:450
Aggiornamento : 24.10.21 - 15:52

Lugano, centinaia di persone sfilano per l’autogestione

Il corteo, partito da piazza Manzoni, è terminato al parco di Villa Saroli, dove gli autogestiti trascorreranno la serata

a cura de laRegione

‘Contro ogni gabbia… Scateniamo la nostra rabbia’. Questo lo slogan che si legge nello striscione in testa alla manifestazione organizzata oggi dagli autonomi del Molino. Il corteo, partito da piazza Manzoni, in centro a Lugano, ha imboccato via della Posta. Alcune centinaia di persone stanno partecipando alla protesta contro lo sgombero e la demolizione di un edificio dell’ex Macello, sede del centro sociale fino alla notte fra il 29 e 30 maggio di quest’anno. La manifestazione si sta svolgendo al ritmo della musica e con riferimenti alla storia pluridecennale delle rivendicazioni per spazi autogestiti in città, pronunciati dal megafono. Fino agli sviluppi degli ultimi mesi.

Ci si attendeva, forse, una partecipazione maggiore. Non mancano slogan contro il consigliere di Stato Norman Gobbi e contro la municipale luganese Karin Valenzano Rossi. Sono stati accesi inoltre alcuni fumogeni e il palazzo della Securitas è stato imbrattato.

Bruciata una cassetta del ‘Mattino’
Il corteo è terminato di fronte a Villa Saroli. Qui, gli autonomi hanno dato fuoco a una cassetta di distribuzione del settimanale ‘Il Mattino’, e hanno deciso di occupare il parco della villa, dove si terrà la cena popolare di questa sera da loro organizzata. Il luogo scelto non è casuale: il parco di Villa Saroli, la notte tra il 17 e il 18 settembre, era stato teatro di una festa non autorizzata, conclusasi con l’intervento delle forze dell’ordine.

Guarda 2 immagini e 2 video
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
27 min
Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati
Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
52 min
Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti
La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Locarnese
1 ora
Il ragazzo pestato è tornato a casa
La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
1 ora
La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere
L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
3 ore
Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva
Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
8 ore
Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo
Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
8 ore
Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo
A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
8 ore
Gole profonde... per legge
Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
8 ore
Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360
Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Locarnese
13 ore
Locarno, ancora un caso pestaggio in centro
Un ragazzo di 18 anni vittima di un gruppo di giovani. La denuncia della madre sui social media
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile