laRegione
28.09.21 - 14:31
Aggiornamento: 18:14

Campione d’Italia, perplessità sulla riapertura entro fine anno

Casinò: Marco Mancini, giudice delegato del Tribunale fallimentare di Como, convoca un’udienza per sentire le parti in contraddittorio

di Marco Marelli
campione-d-italia-perplessita-sulla-riapertura-entro-fine-anno
Ti-Press
La casa da gioco di Campione d’Italia

Date le fortissime perplessità sui tempi di riapertura del Casinò di Campione (nel piano concordatario è indicata entro il 31 dicembre), il giudice delegato del Tribunale fallimentare di Como, Marco Mancini, ha convocato per il pomeriggio di lunedì 4 ottobre una udienza per “sentire in contraddittorio il legale rappresentante della casa da gioco, il suo socio unico e i professionisti indicati nel piano’’. L’iniziativa fa seguito a una informativa dei due commissari giudiziali che affiancano l’amministratore unico Marco Ambrosini sull’andamento delle attività per la riapertura della casa da gioco dell’enclave. In riva al Ceresio, si spera possa avvenire entro la metà del mese di dicembre, ben prima quindi della fine dell’anno come indicato nel piano concordatario. Una informativa, quella dei commissari giudiziali che, per quanto è dato sapere, metterebbe in evidenza alcune criticità, tanto da accendere la luce rossa che ha spinto il giudice delegato Marco Mancini ha convocare le parti. L’iniziativa lascerebbe presupporre un malumore, all’interno del palazzo di giustizia di Como, in merito ai passi (evidentemente ritenuti eccessivamente lenti) compiuti finora sulla strada del tentativo di salvataggio della casa da gioco di Campione, scampata al fallimento nei mesi scorsi. Fra le criticità segnalate dai commissari giudiziali, ci sarebbe il mancato insediamento del nuovo consiglio d’amministrazione che avrebbe dovuto essere operativo a fine giugno. La nomina è attesa in questi giorni, per cui è probabile che lunedì prossimo il socio unico della Casinò Campione d’Italia, cioè il Comune dell’enclave, si presenterà con i tre nominativi del nuovo Cda. Perplessità sono state espresse anche sulla mancata formalizzazione dei contratti di forniture fondamentali, incominciando dalla mancata assunzione del personale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
11 min
‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’
Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Locarnese
1 ora
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
2 ore
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
Mendrisiotto
3 ore
Novazzano ‘non è meno sicuro di altri comuni’
Durante il Consiglio comunale di lunedì il Municipio ha risposto a un’interpellanza sulla rapina avvenuta il 28 novembre in un’abitazione.
Luganese
3 ore
Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato
La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
Grigioni
3 ore
Frana in Val Calanca, iniziato lo sgombero della strada
Due escavatrici sono entrate in azione dopo l’esclusione del pericolo imminente di altri crolli. Obiettivo riaprire la carreggiata prima del weekend
Ticino
5 ore
In carcere in Ticino per spaccio dopo l’estradizione dall’Italia
Sul 36enne residente in Italia pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalla Magistratura ticinese
Bellinzonese
6 ore
Gottardo Arena, approvato il principio dei posteggi a pagamento
Luce verde alla convenzione tra Comune e Hcap. Slitta però a lunedì il voto sul messaggio per permettere di applicare la tassa in occasione delle partite
Grigioni
7 ore
Quasi 300’000 franchi ai media del Grigioni italiano
Il Gran Consiglio retico intende rispondere alla difficile situazione in cui si trovano i mezzi di comunicazione
Locarnese
7 ore
Bosco Gurin riparte dopo due stagioni difficili
Nel fine settimana, grazie alle copiose nevicate, impianti aperti. Dimenticata la pandemia e l’inverno 2021/22 dalle temperature estive, c’è grande attesa
© Regiopress, All rights reserved