laRegione
l-agente-di-malcantone-ovest-richiede-l-assoluzione
TI-PRESS
Reati o non reati?
27.09.21 - 17:37
Aggiornamento: 18:12

L’agente di Malcantone ovest richiede l’assoluzione

Il poliziotto, accusato di favoreggiamento e ripetuta infrazione alle norme della circolazione, è tornato in aula davanti alla Corte di appello

Proscioglimento da ogni reato – favoreggiamento e ripetuta infrazione alle norme della circolazione – e, in caso di assoluzione, indennizzo delle spese legali. Questa la richiesta dell’avvocatessa Maria Galliani per l’agente di polizia del Malcantone ovest, formulata oggi davanti ai giudici della Corte di appello e revisione penale. Il poliziotto, 40 anni, ex vicecomandante della Polizia Collina d’Oro, nel settembre 2019 era stato riconosciuto colpevole di entrambi i reati e condannato alle Assise correzionali di Lugano a una pena pecuniaria di 120 aliquote giornaliere di 110 franchi l’una sospesa con la condizionale per un periodo di prova di due anni e a una multa di 2mila franchi. Il procuratore pubblico, Arturo Garzoni, che non ha presenziato al dibattimento pubblico, ha trasmesso alla Corte, presieduta dalla giudice Giovanna Roggero-Will, la conferma della pena pronunciata in prima istanza.

Un paio di selfie alla guida dell’auto di servizio

La prima Corte – presidente il giudice Mauro Ermani – aveva biasimato l’agire del funzionario di polizia per il suo ruolo, riconoscendolo colpevole di essersi fatto un paio di selfie mentre era alla guida dell’auto di servizio. I fatti risalgono al 2017, quando l’agente lavorava per la Polizia città di Lugano. Nell’atto d’accusa anche l’episodio di una minorenne alla guida di una vettura di un altro agente di polizia, minorenne con la quale il 40enne oggi in forze alla Malcantone ovest aveva avuto una breve relazione, già interrotta al momento dei fatti, da cui il reato di favoreggiamento. L’avvocatessa Galliani ha contestato su tutta la linea l’assunto della pubblica accusa, sottolineando la mancanza dell’elemento soggettivo, e mettendo in luce come il poliziotto avesse invece, una settimana dopo i fatti e dopo averne raccolto ogni informazione, segnalato l’episodio al Corpo cittadino di polizia. La sentenza nelle prossime settimane.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
appello malcantone ovest poliziotto processo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
1 ora
Cevio: Esecutivo richiamato dalla Sel; forse si va al Tram
L’autorità di vigilanza chiede spiegazioni al Municipio sul volantino pre-referendum. Mattei annuncia il ricorso al Tribunale amministrativo
Ticino
1 ora
‘Inutile e dannoso’, no dei benzinai al contratto collettivo
Diverse opposizioni alla modifica ch introdurrebbe salari minimi per i dipendenti. Centonze: ‘in Ticino c’è già la Legge sul salario minimo’.
Ticino
1 ora
Ex Funzionario Dss, la Gestione ha scelto chi svolgerà l’audit
Il mandato è stato assegnato allo studio legale ginevrino Troillet Meier Raetzo, che si è occupato anche delle presunte molestie alla Ssr/Rts
Locarnese
9 ore
Tenero, nuovo annegamento nelle acque lacustri
Un 54enne confederato è scomparso dalla visuale attorno alle 17, mentre nuotava poco distante dalla riva. Il cadavere recuperato verso le 20
Grigioni
10 ore
Condanna bis al comandante della polizia William Kloter
Pena ridotta ma confermata in Appello la grave infrazione alle norme della circolazione: l’ufficiale era stato pizzicato da un radar sull’A13 a Soazza
Bellinzonese
11 ore
Scarsità di acqua, il Centro di Lumino critica l’ex Municipio
In tre interrogazioni i consiglieri comunali chiedono se vi sono perdite nelle condutture, sorgenti alternative e se l’approvvigionamento sarà garantito
Ticino
11 ore
Atti sessuali con fanciulli, 77enne rinviato a giudizio
L’uomo avrebbe abusato di sette bambini sull’arco di 20 anni, recandosi apposta anche in Thailandia. È parzialmente reo confesso.
Bellinzonese
12 ore
Scelto il progetto per la riqualifica del comparto Aet di Bodio
L’Azienda elettrica ticinese vuole rendere la zona fruibile agli abitanti e offrire servizi moderni ai centri interaziendali. Investimento di 10 milioni
Luganese
12 ore
Potenziamento dell’A2 tra Lugano e Mendrisio: ‘No’ comunista
Al grido di ‘No al degrado del territorio’, un’altra voce si leva contro il controverso progetto PoLuMe: quella del Partito comunista
Gallery e video
Luganese
12 ore
‘Trasloco’ di 40 metri per un edificio di 600 tonnellate
Spostamento necessario per la realizzazione del futuro sottopasso pedonale di Besso. Le operazioni sono durate tutta la mattinata
© Regiopress, All rights reserved